Nuovo appuntamento con  FeliceMente, la rubrica di VersiliaToday dedicata alla mente e alla sua conoscenza, curata dalla dottoressa Valentina Aletti. Questa settimana si parla di rapporti di coppia: l’articolo è firmato da Federica Piccinelli, psicologa, specializzanda in psicoterapia familiare e relazionale.

M’ama o non m’ama?

Nella vita di coppia chi non si è ritrovato, almeno una volta, ad interrogarsi sulla normalità della relazione instaurata con l’uomo o la donna che si è scelto?

Personalmente non credo che ci si debba rifare ad un modo di vivere in coppia migliore di un altro. Ogni volta che mi scorrono di fronte pubblicità in cui vengono dipinte coppie idilliache, o romantici film strappalacrime, o ancora scene di sesso divinizzate entro in uno stato di conflitto per cui una parte di me viene sedotta dal desiderio di poter raggiungere quel magnifico stato di benessere, l’altra parte di me tende a proteggermi dall’attraente credenza che quelle immagini appartengano a scene di vita terrene.

Alla fine di questa lotta interiore abbandono l’idea che possa esserci un modo ideale di essere coppia e abbraccio la convinzione di una continuità di un processo dove un tipo di rapporto può in un caso rappresentare una dimensione d’acquisire, in un altro una dimensione da lasciare.

 Piuttosto ritengo che sia più utile chiederci se la relazione di coppia in cui viviamo sia di qualche utilità nel favorire il nostro sviluppo, la nostra crescita interiore, la nostra evoluzione personale. “Una relazione di coppia è utile ai due membri che la compongono se, vivendola, imparano ad usare in modo adeguato la loro energia verso un obiettivo di fondo che si chiama comprensione”.

Con il termine “comprensione” non mi riferisco alla tacita accettazione di tutto quello che arriva dal partner in modo incondizionato finendo per non confrontarsi mai.  Mi riferisco piuttosto a cercare di capire i motivi che ci hanno portato a scegliere quell’uomo/donna e come questo si è incastrato con le persone che siamo o eravamo nel momento dell’innamoramento. Comprensione dei motivi per cui si creano scontri, comprensione di ciò che non tolleriamo dell’altro, comprensione di ciò che l’altro non ama di noi… questo ovviamente non per proiettare nella vita di coppia valori di pace e fratellanza propri di un missionario, ma solo per contribuire prima di tutto alla nostra crescita come individui e per aiutare il nostro compagno/a nello stesso percorso.

Ancora, comprensione dei motivi che ci portano a mettere in atto gli stessi comportamenti automatici e ripetitivi nella nostra relazione: da che cosa ci mette al sicuro ripetere gli stessi schemi? Perché pretendiamo che sia l’altro ad inserire elementi nuovi nel nostro rapporto mentre noi ce ne stiamo lì a guardare?

Quindi se aspiriamo alla relazione di coppia come una relazione in cui oltre allo scambio di cose buone possano scorrere anche aspetti che ci aiutano nella crescita individuale e contribuiscano a quella dell’altro, cominciamo a farci delle domande al posto di fornire le stesse risposte ripetitive e sterili che non portano altro che inutili arrabbiature.

Solo se ci confronteremo con le forze irrazionali e caotiche nel più profondo del nostro essere riusciremo a trasformarle in qualche cosa che abbia un significato. E solo allora riusciremo ad affrontarle in un’altra persona”. Che dire.. con tutto questo materiale il San Valentino è servito!!

*

FeliceMente è curata da Valentina Aletti, psicologa clinica, laureata presso l’Università degli Studi di Firenze. Specializzanda in psicoterapia sistemico-relazionale ha conseguito master di perfezionamento in PNL , diagnosi e cura dei disturbi del comportamento alimentare e obesità , consulenza tecnica e peritale e disturbi dell’apprendimento e comportamento in età evolutiva. Per informazioni o richieste scrivere a [email protected]

Avvertenza: questa rubrica ha come fine quello di favorire la riflessione su temi di natura psicologica. Le informazioni fornite hanno carattere generale e non sono da intendersi come sostitutive di regolare consulenza professionale. Le mail saranno protette dal più stretto riserbo e quelle pubblicate, previo esplicito consenso del lettore, saranno modificate in modo da tutelarne la privacy.

(Visitato 74 volte, 1 visite oggi)
TAG:
federica piccinelli FeliceMente psicologia Valentina Aletti

ultimo aggiornamento: 09-02-2014


La vignetta di Alla Foa

La poesia si fa realtà per Daniele Toscano. Successo per il Festival di Burlamacco