dal nostro inviato

GUBBIO. Se quel rigore Ighli Vannucchi lo avesse trasformato, magari adesso analizzeremmo un’altra partita. Ed invece Pisseri ha indovinato l’angolo ed incertettato un penalty “parabile”. Lo ammette con sincerità il capitano del Viareggio, che nella sua carriera ha certamente saputo far meglio dal dischetto.

Una sconfitta per la quale le zebre devono recitare il mea culpa: “Nel bene e nel male abbiamo fatto tutto noi – spiega – abbiamo commesso troppi errori sia dietro che davanti. Se analizziamo il match, il Gubbio ha sfruttato al massimo le occasioni che gli abbiamo concesso”. Dall’alto della sua esperienza, sa bene che i limiti del Viareggio sono soprattutto mentali: “Ci sta di commettere certi tipi di errori, fa parte del processo di crescita dei giocatori.

G.N.

(Visitato 18 volte, 1 visite oggi)

Anedda: “Ho cercato di rimanere calmo. Dietro abbiamo commesso troppi errori”

Mungo: “Poco concentrati quando c’è da concludere. Se abbiamo perso è colpa di tutti”