“Voglio far parte della commissione d’inchiesta per far luce sui ‘poteri forti’ in Comune”

VIAREGGIO. “Voglio vederci chiaro per questo desidero far parte della commissione consiliare d’inchiesta promossa da Massimiliano Baldini, primo firmatario.” Lo annuncia Alessandro Santini, esponente di Forza Italia in consiglio comunale.

“Voglio vederci chiaro perché non mi fido di nessuno ed e necessario far luce, fare chiarezza su di una vicenda che ha dell’assurdo per una Città come Viareggio che nella sua storia politica ne ha viste tante ma fino a questo punto, mai. Se non fosse vero quanto detto e scritto finora i tre ex assessori dovranno chiedere pubblicamente scusa per quanto affermato e insinuato.

“Se invece fosse vero quanto rivelato, allora sarebbe giusto e davvero necessario che il Prefetto di Lucca e la Procura della Repubblica si interessassero di quanto sta avvenendo in municipio.

“Voglio vederci chiaro perché non mi fido più di chiacchiere e promesse fatte da chi dovrebbe amministrarci, che dice di si a tutti, che cerca di apparire come il nuovo ma che in realtà dimostra scarsa o addirittura inesistente capacità amministrativa. Non mi fido di chi convoca consigli comunali pubblici, quando sul porto e quando sul commercio, tanto per far sfogare le persone che hanno problemi reali, ma poi non fanno nulla per aiutarli o per risolvere le questioni.

“Voglio vederci chiaro perché voglio ascoltare dalla viva voce degli interessati, che cosa hanno da dire e cosa hanno vissuto e passato. Sarà interessante conoscere direttamente da loro cosa è successo.

“Voglio vederci chiaro e capire cosa si intendeva quando si è affermato che in Municipio esistono poteri forti superiori e soprattutto voglio capire chi si celerebbe nell’ombra e chi è il burattinaio che gestisce tutto al posto di chi democraticamente è stato eletto. Prima la commissione viene istituita e prima verrà diradata la nebbia calata sul palazzaccio, prima si fa luce e prima si capirà chi diceva la verità e chi raccontava balle.

“Voglio vederci chiaro e seguirò i lavori in prima persona all’interno della commissione d’inchiesta che sarà composta da tre membri dell’opposizione, a cui spetta anche la presidenza, e due membri della maggioranza. Ne vedremo delle belle.”

Aggiornato il: 12-02-2014 17:00