dal nostro inviato

FROSINONE. Croce e delizia. Capace di irritare ed esaltare, tutto in una sola partita. Lorenzo Galassi avrebbe potuto segnare due gol a Frosinone e, chissà, magari regalare una storica vittoria del Viareggio. Ed invece dopo la rete del pareggio, ha colpito la traversa. Poi il Frosinone ha trovato il colpo che è valso i tre punti.

Oggi Galassi ha dimostrato di essere un potenziale valore in più di un Viareggio battagliero e coraggioso. “Che sfiga!”, ha pensato tra sé quando il pallone del possibile 2-1 si è stampato sulla traversa. “Sono stato tradito dal rimbalzo, la palla si è alzata troppo e non l’ho colpita come volevo”, prova a spiegare.

Una sconfitta che fa rabbia e che lascia malcontento nel clan bianconero: “Non siamo mancati in nulla – analizza – e per me il rigore non c’era”. Galassi, comunque, non abbandona il sogno play-off: “Fino a quando la matematica non ci condanna, noi ci crediamo”.

Gabriele Noli

 

(Visitato 174 volte, 1 visite oggi)
TAG:
calcio esperia viareggio frosinone lorenzo galassi

ultimo aggiornamento: 16-02-2014


Lucarelli: “Orgoglioso dei miei ragazzi. Se giocassimo sempre così…”

La fotogallery di Frosinone-Viareggio