VIAREGGIO. È giunta notizia tramite i legali francesi ai colleghi italiani, Aldo Lasagna e Maria Grazia Mennozzi del rinvio a giudizio del medico e di due infermiere del carcere di Grasse in Franzia e dei vertici amministrativi dell’ospedale di Grasse in seguito alla morte di Daniele Franceschi, il viareggino di 36 anni deceduto  nel carcere di Grasse il 25 agosto 2010. Nel mese di ottobre c’era stata la richiesta a giudizio dei presunti responsabili della morte del giovane italiano, adesso è arrivata la notizia del rinvio a giudizio. “Attendiamo  che venga comunicata la data del processo che si terrà presso il Tribunale Correzionale di Grasse – dice l’avvocato Aldo Lasagna – che equivale ad una sorte di Tribunale collegiale, appena avremo la notizia ci recheremo presso il Consolato di Nizza, dove fra l’altro il Console è la viareggina Serena Lippi, in modo da avere un supporto anche istituzionale per affrontare il processo con una assistenza anche sul posto”. Circa Antignano, mamma di Daniele, che ha iniziato una lotta dal primo momento per cercare che venga fatta luce su questa morte misteriosa del figlio, aveva avuto qualche indiscrezione del rinvio a giudizio nei giorni scorsi, adesso è arrivata quindi l’ufficialità del coinvolgimento dei vertici dell’ospedale di Grasse che è la notizia nuova.

(Visitato 36 volte, 1 visite oggi)

Guida senza patente e assicurazione, fermato a Pietrasanta

Polizia. Arrivati i rinforzi per Carnevale