VIAREGGIO. È bastato il loro arrivo per far risplendere sui viali a mare un caldo sole dopo la pioggia che ha bagnato Viareggio negli ultimi giorni. Sono loro le reginette del terzo corso, la Miss Italia in carica Giulia Arena e la Miss Toscana e Miss Deborah, Giulia Quercioli. Con loro, oltre a Burlamacco e Ondina e a Re Carnevale, Enrico Petri  anche Veronica Maffei, la studentessa – oggi opinionista tv – che nel 2012 ha conquistato la fascia di Miss Simpatia nel concorso organizzato dalla famiglia Mirigliani.

Le Miss hanno danzato e cantato sul carro dei fratelli Bonetti “La PenisolaMiss al carnevale Sommersa” concedendosi ai fotografi e ai saluti del pubblico che ha affollato la Passeggiata. Tra le bellezze dell’arte nostrana che rischiano di essere inghiottite da giganteschi cavalloni le reginette non hanno certo sfigurato e dall’alto della costruzione hanno potuto ammirare anche gli altri giganti di cartapesta.

(Foto: Vt)
(Foto: Vt)

“Potrebbe essere banale, ma non posso dire altro: il Carnevale di Viareggio è spettacolare”. Così la Miss Italia 2013 Giulia Arena, alla sua prima volta sui viali a mare, ha commentato il baccanale. Siciliana di Messina, dai colori chiari e gli occhi verdi, diplomata al liceo scientifico ed iscritta la primo anno di Giurisprudenza Internazionale, la reginetta – che sul petto ha tatuata la scritta “Fatti non foste a viver come bruti” in onore di Dante, di cui si sente “orgogliosamente figlia” – è rimasta letteralmente a bocca aperta di fronte al fascino delle costruzioni e all’allegria che si respira intorno alla manifestazione.

“Sono stata al Carnevale di Acireale per vicinanza geografica – spiega – ma PFM_1283questo non è niente in confronto. Da noi ci sono molti più bambini, per voi è invece uno spettacolo senza età”.

Prima del giro a bordo del carro per Giulia e compagne c’è stato il tempo anche per un tour panoramico tra le altre costruzioni in gara. “La mia preferita è proprio “La Penisola Sommersa” – afferma la bella Miss – da buona siciliana, per la mitologia che lo lega alla mia terra, non potevo che scegliere quella in cui era rappresentato Poseidone. Mi piace molto anche Voodoo, la grossa bambola di pezza è davvero affascinante”.

PFM_1338La bella Giulia, che oltre alla coroncina di reginetta si è messa in testa pure di cambiare immagine al concorso, e anche alla figura femminile nella società con la sua parlantina e la sua “testa pesante” non è certo passata inosservata. Neanche sabato sera quando si è presentata con fascia, scettro e vestito nero lungo al veglione Hollywood Party al Centro Congressi Principe di Piemonte, sfilando sul red carpet allestito per l’occasione, come le vere dive della celluloide.

Dopo la due giorni a Viareggio Miss Italia 2013 ci strappa una promessa. “Tornerò assolutamente. Il vostro Carnevale è un’esperienza da ripetere”.

 

 

(Visitato 388 volte, 1 visite oggi)

Le stelle del rugby a Viareggio: “Vogliamo fare un carro sul valore educativo dello sport”

Tre appuntamenti per il rilancio del territorio con l’associazione Amo Viareggio