STAZZEMA. Più di 400 studenti provenienti da scuole della Toscana e di altre zone d’Italia hanno preso parte al Forum Giovani a Sant’Anna di Stazzema. L’iniziativa si è svolta giovedì 10 e venerdì 11 aprile al Parco Nazionale della Pace, all’interno del Museo Storico, lungo i sentieri che attraversano i borghi di Sant’Anna e i luoghi della strage del 12 agosto 1944. Il Forum è giunto alla XIV edizione ed ogni anno sono sempre di più le scuole  che arrivano da ogni parte d’Italia per prendervi parte, prenotandosi con largo anticipo; un’occasione imperdibile per tanti giovani che uniscono la visita al Parco Nazionale della Pace con momenti di approfondimento e di crescita culturale.

 

I giovani hanno assistito ad un reading, una narrazione alternata da video ed immagini, con il quale si è approfondito il significato dei Diritti Umani, legando il percorso alla strage di Sant’Anna, passando per i totalitarismi fino alle tragedie che hanno segnato la storia del ‘900.

 

La sceneggiatura è stata preparata da 2muv, con letture di Patrizia Hartman. Durante il corso della giornata, gli studenti hanno visitato il Museo Storico, dove recentemente sono stati installati dispositivi multimediali, con video e immagini inediti, grazie al progetto finanziato dall’Unione dei Comuni della Versilia. Inoltre hanno visitato i borghi che compongono il paese accompagnati lungo i percorsi che costituiscono i “Sentieri di Pace” dalle guide dell’UOEI di Pietrasanta e ascoltato la testimonianza di Enrico Pieri.

 

“Il Forum è un’iniziativa importante per i nostri giovani”- ha commentato il Sindaco di Stazzema, Michele Silicani-“una tradizione consolidata negli anni che offre agli studenti provenienti da ogni parte d’Italia una straordinaria offerta didattica. E’ un’occasione per approfondire la conoscenza sulla strage di Sant’Anna e sul territorio, per toccare con mano la storia, la memoria delle vittime  e dei familiari dei superstiti. L’edizione di quest’anno ha consentito una riflessione profonda sul percorso dell’umanità negli ultimi 70 anni, affrontando il tema dei diritti umani attraverso un excursus storico dal 1944 ai giorni nostri. In occasione del 70o anniversario della strage di Sant’Anna potenzieremo i rapporti tra i giovani italiani e tedeschi con un progetto sostenuto dal Ministero della Pubblica Istruzione italiano e tedesco, che prevede esperienze condivise dai giovani nella settimana precedente il 12 agosto. Un percorso di pace comune per onorare i martiri e la storia di Sant’Anna”.

 

 

(Visitato 292 volte, 1 visite oggi)

Mostre: 100 anni Forte Marmi, dal Futurismo agli Uffizi

Numeri da record per la prima settimana di volontariato nel Parco