Le pagelle di Viareggio-Pisa - Calcio, Sport, Viareggio Versiliatoday.it

Le pagelle di Viareggio-Pisa

VIAREGGIO. Queste le pagelle del derby Viareggio-Pisa, valevole per l’ultima di campionato della Lega Pro di Prima Divisione, vinto per 2-1 dalla squadra ospite.

VIAREGGIO

FURLAN 6: battuto da Giovinco e Favasuli più per demeriti dei difensori che suoi, compie il miracolo sul bolide di Napoli e sull’incornata di Arma.

CELIENTO 6: consueta prestazione nella quale alterna una discreta tenuta difensiva a delle interessanti proiezioni nella metà campo avversaria. A Viareggio lascerà buoni ricordi di sé.

CONSON 6,5: vede Napoli lanciato a rete e gli soffia il pallone con un tempismo straordinario. Tra i migliori di questa stagione che, per vari motivi, gli sportivi viareggini difficilmente dimenticheranno.

PIANA 6: provvidenziale in avvio di ripresa su un’incursione di Mannini, temporeggia nell’azione che consente a Favasuli di mirare con tutta calma e trafiggere Furlan (41’ st FALASCO sv)

NICOLAO 6: rischia il fallo da rigore in un contrasto con Giovinco che poi si becca il giallo per simulazione. Per il resto, giochicchia.

DELLA LATTA 6: Lucarelli lo schiera a guardia della difesa e il mastino ex Gavorrano evita che il Pisa sfondi per vie centrali (29’ st GEREVINI sv: troppo poco in campo per dargli un voto)

GALASSI 5,5: oggi il gladiatore del centrocampo ripone la spada nella guaina. Poco aggressivo, raramente incisivo. Peccato, perché per buona parte della stagione ci è piaciuto assai.

MUNGO 6,5: finalmente riesce a segnare il suo primo gol in maglia bianconera. E che gol: una punizione da far invidia a Pirlo. Dà nuovamente sfoggio della sua versatilità.

ROSAFIO 6: verrebbe da chiamarlo “talento incompiuto”, come già lo furono Beccalossi e Morfeo. Perché sa accarezzare il pallone con grande dolcezza, vero. Ma anche con colpevole discontinuità.

MATTEINI 5,5: atteso da un finale scoppiettante dopo la doppietta contro il Benevento, cicca il pallone a tu per tu con Provedel proprio all’ultimo secondo. Avrebbe evitato al Viareggio la sconfitta.

BENEDETTI 5,5: la fascia di capitano poteva fungere da stimolo. E invece l’attaccante camaiorese, per quanto dia una mano in difesa, non lascia mai traccia (26’ st MARONGIU 6: svolge ordinatamente il suo compitino)

PISA

PROVEDEL 6: cade al primo, vero tiro in porta prodotto dal Viareggio. Ma mica lo si può crocifiggere di fronte al capolavoro di Mungo.

GOLDANIGA 6.5: presidia la fascia destra senza mai farsi prendere dalla frenesia. Unico neo di giornata il fallo da cui scaturisce la punizione dell’1-0.

ROZZIO 6: e chi lo impensierisce? Pomeriggio di ordinaria tranquillità.

KOSNIC 6: mai chiamato a un intervento decisivo, manca lo specchio nel finale di primo tempo a un metro dalla porta (17’ st PELLEGRINI 6: passerella per un giocatore che con la maglia del Viareggio si è fatto apprezzare per le doti umane e professionali)

MANNINI 6,5: dimenticatevi l’esterno offensivo apprezzato con le maglie di Brescia e Sampdoria. Inventato come terzino, mette in ambasce più volte la difesa viareggina con passaggi pericolosi.

PARFAIT 5,5: si fa notare solamente nel primo tempo per un interessante spunto individuale concluso con un debole rasoterra (10’ st CIA 6: più vivace del compagno di squadra. Porge a Favasuli il pallone dell’1-2)

SAMPIETRO 6: sbaglia poco o nulla, fino a quel pallone regalato a Mungo che per poco non propizia il pareggio dei bianconeri.

FAVASULI 6,5: il tiro mancino di chirurgica precisione che vale il sorpasso pisano è da vedere e rivedere. Se segna è anche colpa della difesa che gli lascia tutto il tempo di controllare il pallone.

GIOVINCO 6,5: l’uomo derby in tutti i sensi, e non solo per i suoi trascorsi a Viareggio. Sbaglia il gol del vantaggio, poi avvia la rimonta pisana. Sempre pericoloso, esce tra gli applausi di entrambe le tifoserie. Struggente l’abbraccio con il presidente bianconero Dinelli al momento della sostituzione (33’ st MARTELLA SV)

NAPOLI 5,5: tanto movimento ma poca concretezza. Ammonito, salterà la sfida contro L’Aquila nei playoff.

ARMA 6: come finalizzatore non brilla, meglio quando gioca al servizio dei compagni. Sua, a tal proposito, la sponda che mette Giovinco nelle condizioni di siglare il pareggio.

(Visitato 27 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 04-05-2014 18:31