VIAREGGIO. Fumo e sesso. Puntata numero 37 per DA UOMO A UOMO, la rubrica di Versiliatoday dedicata alla sessuologia, all’andrologia e all’urologia, curata dal dottor Luca Lunardini. Il focus settimanale è incentrato tra il rapporto tra fumo e sesso.

AGLI UOMINI PIACCIONO LE BIONDE… MA A “LUI”?

IL FUMO NUOCE GRAVEMENTE A…

 

Non mi riferisco, ovviamente, alle belle signore dai chiari capelli e gli occhi cerulei, ma a Lei, la odiata\amata sigaretta.

Fumare nuoce gravemente alla salute: è un ritornello che tutti abbiamo sentito e letto chissà quante volte. Ed in effetti è, oramai, patrimonio comune che il fumo di sigaretta, incida sul benessere generale del nostro organismo e della nostra psiche, provochi danni all’apparato circolatorio e respiratorio e favorisca l’insorgenza dei tumori.

Ma, forse, è meno noto come il FUMO SIA TRA LE CAUSE PRINCIPALI DELLA IMPOTENZA MASCHILE.

Se finora hai associato la sigaretta al fascino maschile di un Humphrey Bogart, beh, allora inizia a cambiare idea…

Che tu sia uomo o donna, devi fartene una ragione: centinaia di studi scientifici riportano inconfutabilmente che il fumo riduce le performaces legate al sesso! Studi internazionali, anche molto recenti, hanno confermato come il fumo di sigaretta sia correlato ad una serie di disturbi a carico dell’apparato sessuale, sia maschile che femminile.

Il fumo di sigaretta è, infatti, in grado di danneggiare seriamente il tessuto endoteliale, cioè quella membrana che riveste la superficie del cuore e dei vasi sanguigni. E, per chi segue la nostra rubrica, è cosa già nota, il danno dell’endotelio, è una delle cause principali della disfunzione erettile.  Un ridotto afflusso di sangue al pene è, infatti, una delle principali cause di impotenza e tra i fattori capaci di alterare la circolazione, spicca certamente, il vizio del fumo.

Non a caso la disfunzione erettile vascolare è considerata “Sintomo sentinella cardiologico”: la disfunzione erettile potrebbe essere un segno precursore di malattie cardiovascolari potendo comparire anche molti anni prima rispetto ai primi sintomi cardiaci!

I danni del fumo di sigaretta sulla sessualità insorgono nel tempo, se una persona fuma pesantemente fin dall’adolescenza potrebbe sviluppare problemi di disfunzionalità erettile già intorno ai 45 anni.

Alcune ricerche hanno dimostrato che gli uomini che fumano più di 20 sigarette al giorno hanno un rischio di disfunzione erettile maggiore di quasi il 50% rispetto a coloro che non hanno mai fumato. Insomma questi studi suggeriscono che i fumatori potrebbero correre un rischio due volte maggiore di soffrire di un disturbo di erezione rispetto ai non fumatori.

Ma non solo: anche una sola assunzione di nicotina può avere degli effetti sull’erezione. Fra gli innumerevoli componenti attivi del tabacco, la nicotina, il monossido di carbonio ed alcuni radicali liberi sono, infatti, responsabili di una vasocostrizione con effetto immediato. Ma noi, attenti lettori di “da uomo a uomo”, già lo sappiamo: l’erezione si basa sul meccanismo opposto: la vasodilatazione! Ecco, allora, spiegato, come un consumo anche isolato di sigarette possa provocare una riduzione significativa dell’erezione, anche dell’ordine di oltre il 20% della risposta erettile normale di un non fumatore! Pensiamoci quando siamo ossessionati dalle dimensioni del nostro “lui” cosa vorrebbe dire un 20% in meno…

E comunque, care Signore, anche se in modo meno “appariscente”, il fumo danneggia anche la vostra sessualità: lo stesso danno vascolare che a noi maschietti fa far cilecca in voi potrà manifestarsi, tra le altre cose, con una fastidiosa secchezza vaginale o favorire una menopausa precoce (effetto anti-estrogeno del fumo).

 

Ma vogliamo trovare altri motivi “di coppia” per smettere di fumare?

  •         secondo una ricerca americana i fumatori avrebbero una probabilità maggiore del 53% di divorziare rispetto a coloro che al contrario non sono amanti della sigaretta. Perché? La maggior incidenza di problemi psicologici, come depressione e ansia, che rovinerebbero la stabilità dell’unione coniugale;
  •         il fumo di sigaretta provoca danni alla fertilità femminile e maschile. Si è visto che nei fumatori la concentrazione degli spermatozoi risulta ridotta, così come la loro capacità fecondante. Sigaretta bandita anche per chi ricorre a tecniche di fecondazione assistita, ad alto rischio di fallimento per i tabagisti;
  •         il fumo di sigaretta causa invecchiamento della pelle (il fumo di sigaretta è tra i maggiori responsabili della formazione delle rughe);
  •         il fumo di sigaretta rallenta la cicatrizzazione (per cui chi vuole sottoporsi a un intervento di chirurgia estetica ha il divieto assoluto di fumare);

 

  •         oltre che passare nel latte materno, il fumo di sigaretta si deposita su tessuti, mobili, peluches, giochi e abiti e successivamente entra in contatto con l’organismo del bambino tramite le mani e la bocca: altro che fumo passivo!
  •         SMETTERE DI FUMARE HA EFFETTO-VIAGRA. Secondo una recentissima indagine se la dipendenza dal fumo di sigaretta fa male al sesso, smettere di fumare ha, invece, un vero e proprio “effetto-viagra” tanto da migliorare del 91,5% le performance sessuali maschili. E anche rapidamente dal momento che già dopo sei mesi ben il 53% degli ex-fumatori riferiva un netto miglioramento della qualità della propria vita sessuale.

 

Insomma anche se abbiamo difficoltà a immaginarci un fascinoso Humphrey Bogart senza la sua immancabile sigaretta, e magari, mentre guardiamo un bell’esponente dell’altro sesso, speriamo di somigliare un po’ a Lui con una sigaretta tra le labbra, in realtà il fumo di sigaretta accresce la probabilità di fare brutta figura a letto!

Dire no una volta per tutte alle “bionde”, oltre ad avere numerosi vantaggi per la salute di tutto l’organismo, può dare una mano sotto le lenzuola.

 

La frase del giorno:  “Se questo aereo decollerà e tu non sarai con lui, te ne pentirai. Forse non oggi, forse non domani, ma presto… e per il resto della tua vita.” Humphrey Bogart. Dal film: Casablanca

da-uomo-a-uomo

*

Il DR. Luca Lunardini è Medico-Chirurgo, Specialista Urologo con incarico di Alta Specializzazione in Andrologia, è dirigente medico presso la Unità Operativa di Urologia della A.S.L. 12 Versilia.

Membro della società italiana degli Urologi Ospedalieri e della Società Italana di Andrologia, ha fatto parte della Commissione Oncologica Nazionale del Ministero della Salute ed è stato Presidente della Sezione Provinciale di Lucca della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori.

Il Dr. Lunardini è contattabile per qualsivoglia approfondimento via email al seguente indirizzo: [email protected]

(Visitato 6.007 volte, 1 visite oggi)
TAG:
da uomo a uomo fumo fumo e sesso luca lunardini sesso

ultimo aggiornamento: 17-05-2014


Riccardo Santini alla trasmissione “Avanti un altro” su Canale 5

Il ristorante “Da Riccetto” dà un calcio alla crisi: pizza a 2 euro due sere a settimana