Il Movimento 5 Stelle: "Ecco come sviluppare e rilanciare il porto di Viareggio" - Politica Viareggio Versiliatoday.it

Il Movimento 5 Stelle: “Ecco come sviluppare e rilanciare il porto di Viareggio”

VIAREGGIO. “Mentre l’amministrazione era occupata nel taglio del nastro per la ‘grande’ opera realizzata per meno della metà, il MoVimento 5 Stelle di Viareggio presentava alla città la sua proposta e visione di porto (clicca qui per il download). Alla presenza del candidato portavoce al Parlamento europeo Marco Di Gennaro, attivista apuano di lungo corso e con un’ottima presenza di cittadini, politici locali ed addetti ai lavori – cui vanno i nostri ringraziamenti – è stata esposta la variante al Piano Regolatore Portuale”. Lo scrive il Movimento 5 Stelle in una nota.

“Un progetto che interessa uno dei centri economici della città e si sviluppa da oltre un anno attraverso confronti con le categorie, tavoli tecnici, riunioni pubbliche e condivisione con tutte le parti in causa. Il MoVimento 5 Stelle non ha chiuso le porte al dialogo ed al confronto, recependo le osservazioni pervenute da cittadini e professionisti del settore, per un piano che ha trovato in questa presentazione non un arrivo, ma un nuovo punto di ripartenza.

“Un porto polivalente e polifunzionale, che fa della legalità, dell’ordine e dell’estetica la sua stella polare e che guarda al futuro senza dimenticare il passato, allineandosi alle richieste attuali del mercato e cercando di anticiparne le prossime. Un porto dove – grazie anche all’ottimizzazione degli ormeggi – trovano maggior spazio e servizi le grandi imbarcazioni, ma anche quelle di piccole e medie dimensioni, senza dimenticare pesca, manutenzione e refitting.

“Un progetto che non si ferma al Triangolino, dedicato agli yacht fino a 70 metri ed alla Madonnina, dove si collocano imbarcazioni di 12/15 e 40/50 metri, ma che, risalendo il Burlamacca e le darsene, tra vele storiche e nautica di piccolo cabotaggio, disegna una visione complessiva di porto e di città, regalando nuovi scorci e riscoprendo parti dimenticate della stessa, riducendo inoltre il più possibile gli interventi di cementificazione e diminuendo di conseguenza i costi di realizzazione.

“Un porto dove si incentivano anche la mobilità pedonale, ciclabile ed elettrica, si creano nuovi collegamenti, congiungendo luoghi prima distanti tra loro e si approntano spazi multifunzionali per la realizzazione di mostre, fiere ed esposizioni, con un centro polivalente, destinabile ad un ampia gamma di scopi, nel mercato ittico in futura dismissione.

“Un piano – realizzato a costo zero con la collaborazione di tecnici qualificati – che il MoVimento 5 Stelle consegna alla città, auspicando il dialogo tra tutte le forze politiche e le parti sociali, per giungere infine al compimento di un progetto che possa finalmente far ripartire questo fulcro economico e crediamo anche tutta la città”.

Aggiornato il: 19-05-2014 15:15