VIAREGGIO. “Come è noto, a seguito di un controllo della Capitaneria di Porto il tratto a sud della spiaggia dello stabilimento balneare ‘Principe di Piemonte’, sotto la gestione della Viareggio Versilia Congressi Srl e di proprietà della Viareggio Patrimonio Srl, è stato oggi sequestrato per mancanza di titoli nell’occupazione di tale tratto con ombrelloni e gazebo. Preciso che lo stabilimento balneare è regolarmente aperto e funzionante e che il sequestro riguarda solo una porzione dell’arenile, soggetto a concessione straordinaria”. Lo dichiara il sindaco Leonardo Betti in una nota.

“Ho immediatamente disposto controlli interni all’ente e alle società partecipate per appurare le responsabilità dei ritardi nella regolarizzazione dell’occupazione di tale tratto di spiaggia e anche per capire i motivi che hanno indotto la Viareggio Versilia Congressi a procedere con l’installazione di ombrelloni e gazebo pur in mancanza dei permessi autorizzativi.

“È chiaro che, ove emergeranno da tali controlli responsabilità precise, ho intenzione di procedere nel recupero dei danni subiti, sia in termini di introiti economici per la società che gestisce la struttura, sia in termini di danni all’immagine della città, alla vigilia del primo weekend di avvio della stagione estiva.

“Ho anche attivato l’assessore al demanio Lorenzo Bertoli e gli uffici per la regolarizzazione della spiaggia quanto più celermente possibile: su questo punto ho avuto nel pomeriggio rassicurazioni che così si è proceduto e confido quindi che, a seguito della presentazione di istanza di dissequestro da parte della Viareggio Versilia Congressi e il pedissequo dissequestro, entro qualche giorno lo stabilimento balneare di proprietà del Comune di Viareggio possa utilizzare quel tratto di spiaggia”.

(Visitato 39 volte, 1 visite oggi)

Premio Letterario Camaiore. Ancora aperta la possibilità di far parte della giuria popolare

Avviso pubblico per l’attivazione di tirocini formativi