VIAREGGIO. La Capitaneria di Porto di Viareggio ha messo sotto sequestro sotto tre gazebo con tanto di cartello ben in vista sdraio e ombrelloni che erano piazzati sul tratto di spiaggia in piazza Maria Luisa nello stabilimento Principe di Pimonte.
Un procedimento avvennuto su disposizine della Procura di Lucca. La capitaneria afferma di aver posto “sotto sequestro un bar abusivo oltre a manufatti realizzati sulla spiaggia per circa 70 mq, mentre nell’altro caso è stata fatta sgomberare un’area di ben 3.200 mq già occupata con le attrezzature ma senza le necessarie autorizzazioni. Le attrezzature, consistenti in 112 sdraie, 60 sedie, 50 lettini, 10 tavoli, 41 ombrelloni e 10 tende (3mt x 3mt), sono state poste sotto sequestro.In entrambi i casi i responsabili sono stati denunciati a piede libero per i reati di occupazione abusiva di area demaniale marittima e violazioni alle norme urbanistiche-edilizio e paesaggistico ambientali”.

 L’attività non si è limitata ai controlli demaniali ma è proseguita con la verifica delle autorizzazioni dei venditori ambulanti i quali, alla vista dei militari e compresa la situazione, per sfuggire ai controlli sulla loro regolarità hanno preferito allontanarsi abbandonando la merce sul posto. Tutta la mercanzia consistente in oltre 600 pezzi tra borse, occhiali da sole, vestiti, cappellini e oggettistica è stata posta sotto sequestro per essere successivamente destinata alla distruzione. Inoltre non sono mancati i controlli ambientali sul litorale turistico ed in area portuale dove è stato rinvenuto un fusto con circa 50 litri di oli esausti, considerato rifiuto speciale, che da soli avrebbero causato l’inquinamento di tutto il litorale del Comune di Viareggio. Sono in corso indagini per risalire ai proprietari responsabili.

(ultimo aggiornamento ore 16.04)

(Visitato 127 volte, 1 visite oggi)

Bancarotta fraudolenta: parte dei soldi erano stati investiti in una villa a Camaiore

Ruba venti bottiglie di birra da un locale. Arrestato pericoloso pluripregiudicato