VIAREGGIO. “Ho letto con grande dispiacere le dichiarazioni della consigliera comunale di opposizione Rossella Martina circa la mozione votata e approvata in consiglio comunale sul taglio agli incentivi”. Lo afferma Chiara Romanini, vicesindaco e assessore al personale.

“Nella ricostruzione della vicenda da parte della consigliera parrebbe emergere che sia lei la paladina della battaglia contro gli sprechi di questa città e dell’ente che siamo stati chiamati a governare, scordandosi il voto unanime e le mie parole di condivisione più volte espresse. Per questo trovo strumentale il suo intervento, teso a prendersi meriti che non sono di nessuno, ma solo della buona volontà di tutti.

“La mozione della consigliera Martina, infatti, non solo non affrontava le vere problematiche relative all’erogazione degli incentivi, ma si limitava a suggerire un loro taglio netto. Soltanto un più attento studio della normativa da parte dei consiglieri del Partito Democratico, da me supportati, ha infatti consentito di integrare una mozione altrimenti superficiale, affrontando le vere problematiche connesse all’erogazione degli incentivi.

Foto Alberto Macaluso
Foto Alberto Macaluso

“Ovvero: non solo l’aspetto pubblicitario della riduzione degli stessi in un’ottica di risparmio dei costi dell’ente, ma soprattutto la necessità di corrisponderli solo in relazione a lavori pubblici preceduti da gara e realizzati a regola d’arte ed entro i tempi previsti. Sono stati infatti Stefano Genick, Cristina Marcucci e Francesca Chiarini, consiglieri di maggioranza, a presentare una mozione collegata a quella della Consigliera Martina dove tali aspetti venivano posti e risolti: interesse della cittadinanza, infatti, non è solo quello di spendere al meglio il denaro pubblico, ma anche ad esempio di sapere che nessun ‘premio’ viene dato se i tempi previsti per i lavori non vengano rispettati.

“Anziché sottolineare che, una volta tanto, maggioranza ed opposizione hanno saputo dialogare costruendo insieme una mozione completa ed esaustiva, la Consigliera ha preferito esibire un trofeo che è tutt’altro che solo suo: sarebbe invece bene che, nel solo interesse della città, imparassimo non solo a dialogare tra noi, ma anche a non mortificare l’uno il lavoro dell’altro”.

(Visitato 36 volte, 1 visite oggi)

Betti: “Il bagno del Principino è aperto, il sequestro riguarda solo una parte di spiaggia”

Alberi a terra e sporcizia nella Pineta di Levante