VIAREGGIO. È mistero sulle cause che hanno portato un cittadino marocchino a rimanere ferito. L’uomo, ieri sera, è stato trovat a terra di fronte il cimitero della Misericordia di Viareggio, all’angolo tra via Maroncelli e via Marco Polo intorno alle due. Una telefonata ha allertato la centrale operativa del 118 che ha inviato l’ambulanza dellla Misericordia di Viareggio, poi quella di Lido di Camaiore con il medico a bordo. L’uomo è risultato che aveva anche una ferita da arma da taglio al capo, oltre altre contusioni sul corpo. È stato trasferito al pronto soccorso dell’ospedale Verslia in media gravità. Sul posto per le indagini di rito è intervenuta anche una gazzella dei carabinieri per capire cosa sia realmente accaduto e chi possa avere aggredito l’uomo.

Gli immediati accertamenti svolti dai militari hanno permesso di ricostruire la dinamica dei fatti:  la lite sarebbe scaturita tra cittadini nordafricani, all’interno della vicina pineta di Ponente, presumibilmente per problemi legati allo smercio di sostanze stupefacenti. Nel corso della lite un cittadino marocchino di 22 anni sarebbe stato inseguito e percosso da altri 5 o 6 connazionali, rimanendo ferito alla testa con un’arma da taglio, probabilmente un coltello. Grazie ad alcune testimonianze i carabinieri sono giunti all’identificazione certa di due aggressori, due marocchini pregiudicati, senza fissa dimora e dell’età di 20 anni circa.

Il ferito, trasportato presso l’Ospedale Unico Versilia di Lido di Camaiore, è attualmente ricoverato in stato di osservazione ma non in pericolo di vita. Lo stesso ha riportato un trauma cranico con ferita da taglio al cuoio capelluto. Sono in corso indagini dei militari dell’Arma per identificare gli altri aggressori.

(ultimo aggiornamento ore 14.05)

(Visitato 62 volte, 1 visite oggi)
TAG:
viareggio

ultimo aggiornamento: 06-07-2014


In moto contro il guardrail: muore un 22enne in incidente stradale

Spaccio davanti il supermercato: fermate due persone