FORTE DEI MARMI. Dopo lo straordinario successo della prima puntata (Tutto esaurito alla Pineta Pizzo del Giannino) torna il 16 Luglio a Forte dei Marmi il gruppo comico campione di incassi con “Ridi Versilia”, rassegna comica organizzata dal Comune con la direzione artistica dell’autore e regista Marco Vicari.  Anche a questo appuntamento tanti i comici sul palco provenienti da trasmissioni come Zelig, Colorado, Comedy Central e dal Lab Zelig di Livorno. In occasione della seconda puntata, Mercoledi’ 16 Luglio, intervistiamo due dei protagonisti della serata, due artisti che fanno coppia sul palco e nella vita, due dei nuovi esponenti della scena comica toscana: Katia Cianci e Valerio Delfino. La prima la vedremo sul palco del Forte con i personaggi della “donna del Titanic” e della amica ‘sfinita’ Jenniffer, il secondo intratterrà il pubblico con il suo personaggio “cult” il pescatore e con i suoi graffianti monologhi.

Da quanto fai cabaret?

Valerio: Dal 2006

Katia: Sinceramente non ricordo l’anno in cui ho inziato a fare cabaret perché la mia “vena” artistica è nata in teatro. Nasco infatti come attrice “comica” teatrale. Ho avuto modo di sviluppare la mia comicità grazie ad un corso di “teatro comico popolare” indetto dalla provincia di Livorno, un bel po di anni fa,che aveva come docenti ,fra i tanti,Paolo Migone. I miei compagni di corso erano: Giovanni Bondi,Claudio Marmugi,Michele Crestacci Stefano Santomauro. Comunque ho continuato a fare teatro/cabaret con i “Lougerie” un gruppo molto noto a Livorno,che unisce al teatro/cabaret la musica. Infine anzi per iniziare al meglio sono approdata al “lab zelig “da circa 3 anni.

Cosa ti fa ridere e ti diverte?

Valerio: Mi fa ridere la comicità in genere,sia artistica che quella spontanea del quotidiano. Ognuno e’comico alla sua maniera,pur non sapendolo

Katia: Bella domanda.. Non c’è una cosa in particolare che mi fa ridere. Forse vedere le cose che accadono quotidianamente da un punto di vista diverso e avere l’accortezza di sottolinearle . Le cose che succedono ogni giorno hanno la potenza di essere vissute da tutti hanno quindi un linguaggio universale, comprensibile,  ci aggiungi un semplice commento o una tonalità diversa , parte l’effetto della buccia di banana e… scaturisce la risata!

Come nascono i vostri pezzi?

Valerio: I pezzi nascono da sè, amo far rivivere le mie vicessitudini agli altri in maniera comica e quando arriva l’ispirazione scrivo quello x cui riderei io

Katia: I miei pezzi nascono dalle persone che ho intorno…metto in scena le loro ansie(chiamare o meno il fidanzato)…le loro tragedie(la rottura di un rapporto sentimentale)…le loro indecisioni(la scelta del vestito da sposa)

C’è un pezzo che ami particolarmente fare sul palco?

Valerio: Senza dubbio il pescatore e’quello con cui sono cresciuto e al quale sono più affezionato,ma ultimamente mi diverte fare i monologhi

Katia: Tutti i miei personaggi mi entusiasmano…il “Titanic”…Jenifer…l’insegnante di zumba..rido anche solo a pensarci …

 

Hai dei modelli a cui ti ispiri?

Valerio: Mi ispiro molto ad un tipo di comicità non volgare e non”urlata”,Migone e Bondi sono un punto fisso

Katia: La mia idea di comicità la esprimeva al meglio Anna Marchesini con il trio Solenghi Lopez e,appunto, quel gruppo ha  rappresentato secondo me un altissimo livello di comicità italiana degli ultimi anni

Un momento emozionante della tua carriera?

Valerio: Sicuramente aver vinto un premio ad un concorso nazionale grazie al pescatore ed esser salito 4 volte sul palco di Zelig a Milano

Katia: Momenti emozionanti sono le volte in cui con un semplice sguardo o gesto faccio scaturire la risata da parte del pubblico. Penso sia il dono più prezioso che un essere umano possa avere…far ridere le persone

Un momento difficile?

Valerio: All’inizio avevo difficoltà a esprimere la mia comicità al pubblico,ma credo sia stata la giusta gavetta

Katia: Momenti difficili. Sono ,quando come in questo momento storico, non ci sono posti (teatri,feste…)date, per poter mettere in scena del buon Cabaret

Come vedi la situazione della comicità toscana oggi?

Valerio: Oggi in Toscana ci sono molti comici bravi,ma a differenza di altre regioni,facciamo più fatica a emergere in tv

Katia: La comicità toscana è la comicità per eccellenza basti pensare a Benigni…e ho detto tutto cultura, ingegno, creatività,criticità

Fate parte del gruppo dei comici del Teatro Cral Eni, dove per due anni avete riempito la sala a suon di “tutto esaurito” con il vostro lab comico, parlateci di questa esperienza

Valerio: Faccio parte del lab Zelig da diversi anni,i primi 3 anni andavo a Firenze,ho avuto la fortuna di lavorare con molti comici e con autori che hanno agevolato la mia crescita artistica

Katia: Il lab Zelig è potentissimo ci sono comici molto bravi e grazie al nostro autore Marco Vicari che è riuscito a coadiuvare le capacità di tutti ,ha avuto il giusto ricoscimento di pubblico

Hai già fatto qualche spettacolo in Versilia?  Hai qualche ricordo in particolare?

Valerio: con la Versilia ho un ottimo rapporto, ho già tastato il pubblico con la trasmissione live”acqua fresca”e mi sono pure divertito,bel pubblico

Katia: Non conosco il pubblico della Versilia…avrò modo di vederlo x la prima volta il16! Non vedo l’ora!

 

Raccontaci il peggior vicino d’ombrellone che hai avuto..

Valerio: Il mio peggior vicino di ombrellone teneva lo stereo a tutto volume ed io tornavo da una notte di lavoro,poi le pile si sono esaurite e io sorridevo come una forchetta sul sofficino findus

Katia: peggior vicino che mi sia capitato è stata una “pazza”che mi ha parlato di lei (che fra l’altro non conoscevo) per …tipo 2 ore…MammaMia! …ho dovuto chiamare la polizia…per liberarmi di lei …sto scherzando!

Vi ricordiamo che i lettori possono inviare alla mail [email protected] i racconti dei loro peggiori vicini d’ombrellone. La storia piu’ divertente verrà letta sul palco del “Ridi Versilia” e l’autore avrà un menu’ omaggio alla Pizzeria “Casa Mia” di Pietrasanta. L’appuntamento con “Ridi Versilia” è quindi per Mercoledi’ 16 Luglio, ore 21;15 alla Pineta Pizzo del Giannino (Forte dei Marmi – Ingresso Gratuito). Sul palco Claudio Marmugi, Valerio Delfino, Katia Cianci, Stefano Martinelli e Stefano Santomauro. Autore e regia Marco Vicari. Autori e comici assicurano “Si ride abbestia!”

(Visitato 256 volte, 1 visite oggi)

Paolo Mazzei a Milano per il grande successo della rappresentazione “L’Elisir d’Amore” di Gaetano Donizzetti

Dopo Roma e Firenze il writer del mondo sommerso arriva a Pietrasanta