Rimangono con il motore in avaria a 500 metri dalla costa, li salva la Guardia Costiera - Cronaca, Cronaca Viareggio Versiliatoday.it

Rimangono con il motore in avaria a 500 metri dalla costa, li salva la Guardia Costiera

VIAREGGIO. Sabato di sole intenso e uomini e donne della Guardia Costiera impegnati nel weekend a garantire la sicurezza in mare e sulle spiagge: ieri intorno alle 18.30 è giunta alla sala operativa della Capitaneria di porto una chiamata via radio da parte di un’imbarcazione di 12 metri circa con il motore in avaria e che imbarcava pericolosamente acqua davanti a Torre del lago, a 500 metri dalla costa.

A bordo vi erano quattro persone, due adulti e due ragazzi, residenti a Milano ma proprietari di un’imbarcazione di stanza a Viareggio e quindi assidui frequentatori delle acque del litorale versiliese.

Sul posto è prontamente intervenuta la motovedetta di guardia Cp 813: una volta raggiunta l’imbarcazione e tranquillizzati gli occupantri, uno dei militari è salito a bordo dell’unità in panne ed è riuscito provvisoriamente a riavviare il motore. L’unità navale è quindi rientrata a lento moto in porto a Viareggio, con l’assistenza della motovedetta della Guardia Costiera. Seguiranno gli opportuni accertamenti tecnici, tesi ad approfondire e verificare le cause dell’inconveniente, prima che l’imbarcazione possa riprendere il mare.

La Capitaneria di porto coglie questa occasione, conclusasi a lieto fine, per ricordare che prima di intraprendere la navigazione è sempre opportuno verificare l’efficienza dell’unità navale, controllare le dotazioni di sicurezza, consultare i bollettini meteo ed informarsi sulle ordinanze marittime della zona dove si intende navigare – consultabili presso gli uffici delle Capitanerie di porto o reperibili anche su Internet -, che possono imporre limiti, divieti o prescrizioni particolari.

Durante i controlli in mare effettuati con il battello Cp A78 nella giornata di ieri e di oggi, sono state verificate le dotazioni e le certificazioni di 11 unità da diporto, risultate in regola: i diportisti ‘modello’ hanno quindi ottenuto il ‘bollino blu’ che eviterà, di massima, ulteriori controlli nel prosieguo dell’estate.

(Visitato 169 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 20-07-2014 14:45