VIAREGGIO. “Un importante passo in avanti verso l’ammodernamento e il potenziamento della tratta ferroviaria Viareggio-Firenze è stato compiuto ieri in Commissione Trasporti con l’accoglimento da parte del Governo dei principali impegni contenuti nella risoluzione presentata dai parlamentari toscani sul tema”.

Lo dice l’onorevole Raffaella Mariani (Pd), promotrice del documento che impegna il Governo alla messa in efficienza dell’importante tratta toscana su cui l’Esecutivo ha espresso giovedì il proprio parere favorevole attraverso la risposta del Sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti Umberto Del Basso De Caro.

“La risoluzione, nata anche a seguito del forte impegno sul tema da parte del sindaco di Lucca Alessandro Tambellini e di quello di Pistoia Samuele Bertinelli, vuole offrire una risposta concreta alle esigenze di migliaia di cittadini e turisti che quotidianamente si servono della linea e chiede di inserire il potenziamento della Viareggio-Firenze nel contratto di programma tra Ministero dei Trasporti e Rfi, per riuscire ad approvare quanto prima possibile il progetto definitivo del raddoppio tra Pistoia e Montecatini e della velocizzazione tra Montecatini e Lucca”, prosegue la deputata.

“Nel Consiglio dei Ministri di giovedì pomeriggio il Governo ha avviato inoltre la discussione sul decreto Sblocca cantieri che già nella parte definita dal Presidente Renzi come fase di illustrazione delle sue linee generali contiene l’impegno allo stanziamento delle risorse economiche – 220 milioni di euro – necessarie a finanziare il raddoppio”.

“Con questa doppia assunzione di impegni, il Governo pone un tassello fondamentale verso il conseguimento di un obiettivo storico per Lucca e la Toscana, gettando le basi per l’ammodernamento sostanziale del nostro sistema di trasporto. L’approvazione definitiva del Decreto Legge è ormai imminente”, conclude Mariani.

(Visitato 18 volte, 1 visite oggi)
TAG:
pd Raffaella Mariani treni viareggio-firenze

ultimo aggiornamento: 02-08-2014


Si chiude il Festival Gaber a Camaiore: “Le attività del centro storico ne hanno beneficiato”

Giannotti sulle alienazioni: “Un buon padre non venderebbe i gioielli di famiglia”