CAMAIORE. Qualche mese fa aveva fatto discutere, a Camaiore, un caso particolare: il Comune che dava dei soldi pubblici ad una associazione al cui interno operava anche il figlio dell’allora vicesindaco. Oggi c’è un altro caso a tenere banco in città: lo spettacolo di circo organizzato  a Lido di Camaiore.

L’evento infatti è organizzato da Huma Show Entraintment. Lo spettacolo – si legge sulla delibera di affidamento del Comune – durerà 3 ore (dalle 21 alle 24) e il Comune, per questo singolo evento, spende la bellezza di 10.400 euro.

Ma chi è Huma Show? La società ha sede a Pietrasanta. A Camaiore si era già vista in occasione di una recente manifestazione del Palio dei Rioni. Era infatti la società che ha aiutato il Tre Borghi nelle loro divertenti coreografie. C’è anche un video (vedi sotto), su YouTube, realizzato da Huma. E chi appare nel video? Alessandro Del Dotto, oggi sindaco di Camaiore, ma allora (il video è datato 2011) presidente del Rione Tre Borghi. Insomma a Camaiore a fare due più due si fa presto: “Altri soldi ad una associazione amica dell’amministrazione”, si sussurra nei bar.

Ma per il sindaco non è così. “Prima di tutto – spiega – l’evento è organizzato dall’ufficio turismo, e non dall’ufficio cultura, quindi non di mia stretta competenza. Non credo – spiega – che 10 mila euro siano troppi, visto che animano l’intera Passeggiata a mare per una notte”.

Ma se Follie di Camaiore (per 4 giorni di evento) costa neanche 10 mila euro, come fa la stessa cifra ad essere congrua per un evento di tre ore? “Tre ore per ogni piazza – precisa il sindaco – visto che in contemporanea si esibiranno su 4 piazze diverse. Per Camaiore d’altri tempi, inoltre, non ci sono costi di pernotto degli artisti.  La serata ci costa la metà di quanto lo scorso

frame da YouTube
frame da YouTube

anno ci costarono gli artisti di strada, e più o meno quanto una serata del Festival Gaber”.

Anche Carlo Alberto Carrai, assessore al turismo, fornisce ulteriori dettagli. “Si arriva a 10 mila euro – dice – perchè bisogna considerare la Siae, i permessi. Avremmo potuto farlo organizzare da sponsor privati a costo zero per il Comune. Ma abbiamo invece voluto che l’evento sia proprio del Comune. Questo perchè, come abbiamo fatto con altri manifestazioni, vogliamo che sia il numero zero di un evento che si radicalizzi e assuma la forma del festival. Lo scorso anno si spendevano 70 mila euro, di cui 30 mila del Comune, per la Notte Lido Blu. Quest’anno, in accordo con balneari e albergatori, abbiamo optato per puntare sugli eventi di settembre e ottobre”.

Resta però una domanda nella testa di molti camaioresi. È opportuno dare un incarico da 10 mila euro ad una associazione che, almeno fino a qualche anno fa, aveva indiscutibilmente contatti diretti col sindaco? A rispondere è Del Dotto in persona. “Non ci vedo niente di male. Huma e Tre Borghi hanno lavorato insieme, e Tre Borghi ha pagato quel che doveva. Io, con Huma, non ho rapporti nè di parentela nè contrattuali. E poi, ripeto, è stato gestito dall’assessorato al turismo”.

Qui sotto il video di Huma in cui appare Alessandro Del Dotto:

(Visitato 62 volte, 1 visite oggi)
TAG:
camaiore circo del dotto huma polemiche

ultimo aggiornamento: 08-08-2014


Toscana, al lavoro per la riorganizzazione dei tempi d’attesa nella sanità

Torna disponibile la motonave Burlamacca