VIAREGGIO. Nell’ambito del dispositivo di sicurezza e di controllo del territorio approntato dal Commissariato della P.S. di Viareggio per la stagione estiva, sono stati effettuati mirati servizi al fine di contrastare il fenomeno della microcriminalità nelle zona considerate più a rischio.
In particolare nel pomeriggio di ieri nella pineta di ponente personale della Polizia a Cavallo, procedeva al controllo di un giovane italiano, di 22 anni, di origini campane, che si aggirava con fare sospetto in pineta e alla vista della pattuglia tentava di nascondersi.
Il giovane, già sottoposto alla misura della Sorveglianza speciale della P.S., con a carico numerosi pregiudizi di polizia per rapina, ricettazione, lesioni personali, resistenza a P.U. ed evasione è stato accompagnato presso gli Uffici del Commissariato dove è risultato avere l’obbligo di soggiorno nel Comune di Camaiore.
Il ragazzo, che non forniva spiegazioni plausibili circa la sua presenza all’interno della pineta viareggina e inottemperante all’ordine giudiziario, al termine degli accertamenti di rito è stato posto agli arresti domiciliari in attesa del giudizio per direttissima in programma nella mattinata odierna presso il Tribunale di Lucca.

(Visitato 30 volte, 1 visite oggi)
TAG:
cavallo crnaca dimora giovane obbligo pineta polizia viareggio

ultimo aggiornamento: 12-08-2014


Giannini a Sant’Anna: “Conservare e aggiornare la memoria è compito della scuola”

“Operazione Mare Sicuro”, finora un’estate tranquilla per la Capitaneria di Porto