MASSA. Luigi Ragosa in regia. Alzatore, classe ’83 per 190 cm di altezza, Ragosa torna a Massa a quasi dieci anni dalla sua prima volta e lo fa per regalare esperienza e classe alla squadra di patron Italo Vullo. Giocatore di qualità indiscussa, Gigi Ragosa ha incrociato molte volte in questi anni la strada di Massa da avversario. Un avversario temibile e difficile da leggere per la difesa che quest’anno Massa riporta dalla parte giusta della rete.

Ecco le prime parole dell’ex Val di Magra da regista della Pallavolo Massa.

Dopo la stagione 2005-2006 con Massa vi siete sfiorati più volte, compreso l’anno passato, senza mai concretizzare. Cosa ha fatto si che questa volta le cose siano andate diversamente rispetto agli anni passati?

”Il caso, la convenienza reciproca ed un maggiore interesse di entrambe le parti a trovare l’accordo. Non so, un po’ di tutto questo. Non c’è stato niente di personale nel mancato accordo degli anni passati e non c’è stato niente di personale quest’anno per l’addio al Val di Magra. E’ la normale carriera di un giocatore di Serie B che da dodici anni è abituato a cambiare casacca, fa parte del gioco”.

A Massa torni comunque volentieri?

“Torno molto volentieri perché c’è un progetto interessante e c’è tutto per far bene. Non conosco il benissimo il girone in cui siamo inseriti e quindi non so dire se possiamo puntare alla promozione, ai play off o se dobbiamo accontentarci di un campionato tranquillo. So però che Vullo sta allestendo un bel gruppo e quindi non posso che essere fiducioso”.

A proposito del gruppo, i primi nomi ed i tanti rumors che girano attorno a Massa cosa ti fanno pensare?

“Penso che il gruppo che si sta formando a Massa è un gruppo di buona qualità, con buona conoscenza reciproca dei giocatori, fattore che in un campionato lungo e incerto può essere un fattore a nostro favore”.

Torni a Massa ma non giocherai a Massa. Sei uno dei fortunati che può dire di aver provato cosa vuol dire giocare davanti al pubblico di casa?

“L’anno in cui io ero a Massa è stato l’ultimo in cui la squadra ha potuto giocare al Palazzetto che adesso è chiuso. Era una B1, erano tempi diversi ma ricordo il grande calore e la passione di quel pubblico con grande piacere. Dispiace non giocare a Massa ma negli anni scorsi, quando ho affrontato Massa come avversario, ho potuto provare sulla mia pelle il calore del pubblico che riempiva l’Avenza o Camaiore e questo lo ritroveremo anche in questa stagione ed è un merito di questi tifosi”.

La scheda di Luigi Ragosa:

2011-14 Val di Magra La Spezia (B2)

2010-11 Vado Ligure (B2)

2008-10 Genova (B1)

2007-08 Lavagna (B2)

2006-07 Genova (B1)

2005-06 Olympia Massa (B1)

2004-05 Lavagna (B1)

2003-04 Lavagna (B2)

1999-03 Admo (C)

(Visitato 172 volte, 1 visite oggi)
TAG:
b2 luigi ragosa massa volley

ultimo aggiornamento: 14-08-2014


Volley, Filippo Nannini torna a Massa

Altro colpo della Pallavolo Massa: è Michele Colombini