VIAREGGIO. “La lettera dell’allora ragioniere capo Nieri arriva all’allora presidente del consiglio comunale Romanini senza essere protocollato. Ma Nieri ha informato anche l’allora assessore alle finanze. E quindi anche il sindaco Betti sapeva tutto? Perché Betti tace? Perché la colpa deve essere solo di Romanini?”. Lo scrive in una nota Alessandro Santini, consigliere comunale di Forza Italia.

“Il sindaco vuole scaricare il suo vice perché lo sta mettendo in ombra, perché Romanini è molto più capace di Betti e questo oramai lo sanno e lo hanno capito tutti. Romanini ora dà noia a Betti: è troppo più esperto del sindaco, troppo più preparato e deciso, sa e fa. Tutto il contrario di Betti.

“Ma Romanini ha sicuramente una colpa, molto grave, e questo è indiscutibile: da presidente del consiglio comunale non ha difeso i consiglieri, non li ha informati. Comprendo politicamente il non aver informato l’opposizione, ma gravissimo non aver informato i suoi consiglieri di maggioranza che appoggiano Betti.

“Cosa dice la lettera? Semplicemente che il palazzo sta bruciando: salvarlo o scappare? Questo lo decideremo poi. Ma cosa fare? Chi se ne frega se Nieri ha protocollato o meno la lettera: ha detto chiaramente che sta venendo giù tutto. E chi la riceve e legge che fa? Si formalizza se non è protocollata?

foto Marco Pomella
foto Marco Pomella

“Ok, ce la prendiamo con Nieri per non aver protocollato la lettera. Ma poi? Che si fa? Che doveva fare Romanini? Avvisare chiunque, ma non il sindaco e l’assessore perché già sapevano tutto. Quindi il problema sono i rapporti tra sindaco e attuale vicesindaco. Tutto qui. Perché scaricare la colpa solo su Romanini se il primo cittadino sapeva e sa tutto?

“Il Palazzo brucia e Betti che fa? Niente come al solito: tace. E abbandona Romanini al suo destino. È gravissima questa perdita di tempo e cercare scappatoie dalle colpe che ha anche il Sindaco che non ha informato i suoi Consiglieri di maggioranza della comunicazione ricevuta anche lui da Nieri prima del l’importante Consiglio Comunale. Non nascondiamoci dietro un dito: la motivazione del protocollo non regge, è una stupidaggine e una volgare presa per i fondelli per ferire Romanini. Ma i consiglieri di maggioranza non devono cadere in questo tranello: chiedete al sindaco perché non li ha informati e perché non gli ha detto tutto.

“La cosa grave, inoltre, è che Betti e Romanini in consiglio comunale hanno poi votato consci della lettera e di cui che diceva loro Nieri, mentre gli altri consiglieri si sono fidati senza sapere ciò che altri già conoscevano. Betti, sapevi tutto. E allora dillo chiaramente: è tutta colpa tua”.

(Visitato 28 volte, 1 visite oggi)
TAG:
alessandro santini gianmarco romanini leonardo betti viareggio

ultimo aggiornamento: 19-08-2014


“La stazione di Querceta in preda al degrado proprio nella stagione più importante”

“Ormai nemmeno il Pd ha fiducia in Betti, tutta la giunta si dimetta subito”