VIAREGGIO. In vista del fermo pesca biologico fissato per il 15 settembre per la durata di un mese, i pescatori viareggini in rappresentanza di 50 barche, si sono rivolti alla Capitaneria di porto per far sì che venga chiesto un incontro alle autorità competenti per il saldo dell’indennizzo “barca” per il fermo biologico 2013 e la cassa integrazione in deroga per gli imbarcati per gli anni 2012-2013, che ammonterebbe a circa 4mila euro per barca.

I pescatori viareggini fanno presente le difficoltà che ci sono state in questa estate, a causa del maltempo, delle esercitazioni militari nelle acque antistanti il porto di Viareggio, dove ci sono problemi per l’imboccatura che hanno impedito una regolarità nell’uscita per la pesca  con un calo degli affari.

Chiedono quindi entro il 14 settembre il saldo delle loro spettanze, altrimenti proclameranno uno stato di agitazione, non consegnando i documenti in Capitaneria nel periodo del fermo pesca.

(Visitato 40 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Capitaneria di Porto pescatori viareggio

ultimo aggiornamento: 21-08-2014


Lampioni accesi in pieno giorno alla Cittadella del Carnevale e in Via Fratti

Aggrediscono i clienti di un locale in Darsena: denunciati 4 giovani