VIAREGGIO. L’obiettivo è ambizioso: servire pesce fresco, di provenienza locale, nelle mense scolastiche di una decina di Comuni toscani. Il risultato, cui punta con decisione un progetto sostenuto dalla Regione Toscana nell’ambito delle iniziative “Mangiare locale si può – A scuola con gusto”, è davvero a portata di mano.

Entro la fine del mese di gennaio 2015 il pesce fresco, di origine controllata e preparato secondo criteri di qualità e sicurezza, sarà servito con regolarità nelle mense scolastiche di Viareggio – sarà il Comune capofila dell’intera operazione -, Bucine, Bagno a Ripoli, Quarrata, Vaiano, Colle val d’Elsa, Calenzano, Pistoia e Terranuova Bracciolini.

Il punto della situazione è stato fatto nel corso di una riunione tenuta nella sede dell’Asp di Viareggio che gestisce le mense scolastiche cittadine e che svolgerà un ruolo da protagonista nell’intera operazione, alla presenza di rappresentanti della Regione (il dirigente Simone Tarducci), della stessa Asp (fra gli altri, la presidente Marina Bailo), del Centro di educazione del gusto di Prato e delle cooperative della pesca che si incaricheranno di procurare il pescato e di prepararlo per la fornitura alle cucine delle mense.

Il finanziamento di circa 100mila euro è già stato messo a disposizione dalla Regione Toscana, che ha incaricato Asp della realizzazione del progetto. I lavori per l’allestimento del laboratorio di preparazione del pesce sono in corso e si concluderanno prima delle metà del mese di settembre; serviranno poi alcuni mesi per l’acquisto e la messa in funzione dei macchinari di pulizia e preparazione del pesce e per le necessarie autorizzazioni da parte di Asl e Regione.

Il laboratorio si trova in un locale presso il Centro cottura delle Bocchette, ceduto in comodato ai pescatori da Asp. Non appena conclusi i lavori, saranno installate le macchine per pulizia, deliscatura e confezionamento: da lì usciranno preparati per il sugo di pesce, filetti e hamburger di pesce.

Una parte passerà direttamente al Centro cottura di Asp per finire sulle tavole della refezione scolastica viareggina, dove sono già stati sperimentati con successo alcuni piatti a base di pesce “povero”, gustoso e nutriente. Gli altri preparati verranno trasportati verso i centri di cottura delle altre mense scolastiche aderenti al progetto.

Progetto che verrà presentato ufficialmente nei dettagli nel corso di un convegno “Mangiare locale si può” programmato a Viareggio nell’ambito del Festival della salute il giorno 26 settembre alle 17,30.

“Utilizzeremo queste settimane che ancora ci separano dall’avvio effettivo del programma per l’informazione di insegnanti e genitori, attraverso le commissioni mense”, spiega Bailo. “C’è bisogno della collaborazione di tutti perché le cose funzionino bene”.

(Visitato 179 volte, 1 visite oggi)