VIAREGGIO. Erano in 1.200 oggi (sabato 8 novembre) i viareggini – e non solo – scesi in piazza per protestare contro i tagli alla scuola e la chiusura della piscina comunale. Un corteo partito da Piazza Dante per arrivare, attraversando la via Mazzini, sul Belvedere delle Maschere.

Così mentre le associazioni di sport acquatici hanno marciato al grido “Non si chiude la piscina”, mamme e papà hanno sfilato con i loro passeggini contro il rincaro dei servizi 0-6 anni, il taglio dell’organico nelle scuole materne e la gravissima assenza degli insegnanti di sostegno, la riduzione del servizio che non offre più il tempo pieno alle scuole materne, la poca chiarezza circa l’ipotesi di chiusura dei nidi, il degrado delle strutture scolastiche e il trasporto con i pulmini per le scuole, manifestando la loro indignazione per una decisione improvvisa e presa ad iscrizioni già chiuse.

Arrivati in Piazza Mazzini il flashmob con circa 200 passeggini vuoti, sulla scia di quanto fatto lo scorso ottobre in Piazza del Campidoglio a Roma dal movimento #iostoconipasseggini.

Presenti al corteo anche Diletta Carli, campionessa di nuoto nata e cresciuta nelle acque della piscina viareggina e l’ex sindaco, Leonardo Betti con moglie e figlia al seguito.

(Visitato 367 volte, 1 visite oggi)

Ruba materiale ferroso all’ex Salov, arrestato

Dalla Regione 1,6 milioni di euro per il Carnevale. La Fondazione fa causa al Comune