FORTE DEI MARMI. “Leggendo i Cinque Stelle mi sembra che per Ghiselli si prepari un futuro da loro  leader, visto che ne condivido le battaglie e appaiono anche straordinariamente ben preparati sulle tematiche edilizie  e urbanistiche”.

È il sindaco Buratti a replicare ai pentastellati fortemarmini che rilanciano le tradizionali critiche del presidente del Forum cittadino. “Poco informato invece appare il reiterare il ritornello sulle richieste dei documenti  amministrativi tutti e subito  – continua Buratti – perché ci sono leggi che regolano il loro rilascio e pertanto  verranno forniti a chi ne ha titolo e nei tempi e modi previsti dalle norme in vigore. La continua  presa di posizione di Ghiselli che assume ormai soltanto un ruolo di guastatore delle attività poste in essere dalla nostra Amministrazione Comunale  propone però un immagine del Comune  ben lontana dalla realtà.

Gli suggerirei dunque di cogliere al balzo l’occasione, di gettare la maschera e di scendere in campo come leader di opposizione  e in quel ruolo potrà fare legittimamente ogni battaglia politica.

Lo disse tempo fa l’assessore Felici e lo ripeto io: le attività del Presidente del Forum si confanno più a un leader d’opposizione che non a un presidente di un Forum dell’Amministrazione Comunale. E serietà vorrebbe dunque che Ghiselli si dimettesse da presidente per proseguire a titolo personale  le proprie  battaglie politiche.” “Senza entrare nel dettagli,  tra le tante questioni poste dai Cinque Stelle e da Ghiselli vi è quella del perché non si utilizza ancora Palazzo Quartieri. Basterebbe ricordare    – conclude Buratti –  ché i lavori non sono  ancora stati  completati   e poi perché fu attivato proprio su richiesta del Forum un percorso partecipativo sulla sua utilizzazione che è poi fallito per assenza di partecipanti.  E su considerazioni come queste è evidente a tutti che l’esperienza partecipativa del Forum, qui al Forte,   è ormai al capolinea!”

 

 

(Visitato 40 volte, 1 visite oggi)

Quale futuro per la villa sequestrata alla mafia?

“L’idea dell’Auditorium è di Umberto Donati”