VIAREGGIO. La Polizia di Stato ha effettuato un servizio in materia antidroga a Torre del Lago.

Nella frazione viareggina era stato segnalato un via vai sospetto alle spalle di un supermercato della zona. I poliziotti della Squadra Mobile della Questura si sono appostati nei pressi, decidendo di fermare per un controllo una utilitaria, a bordo del quale viaggiava una commessa 41enne di Camaiore, che  ha subito manifestato evidente imbarazzo alla richiesta di documenti, tanto da indurre gli esperti poliziotti ad approfondire il controllo. E difatti nel vano portaoggetti dell’ abitacolo i poliziotti hanno scovato circa 7 grammi di cocaina, occultati all’ interno di un pacchetto di sigarette; immediatamente dopo hanno fatto irruzione nell’ appartamento da cui era stata vista uscire la donna, sorprendendo l’ inquilina.

La perquisizione nell’ appartamento, che i poliziotti della Questura hanno effettuato unitamente ad una volante del Commissariato di Viareggio, ha consentito di rinvenire altri 5 grammi di cocaina, 420 euro provento dello spaccio, una bilancina di precisione e il tipico cellophane utilizzato per confezionare le singole dosi di stupefacente. La donna, identificata per una 39enne, è stata tratta in arresto nella flagranza del reato di spaccio di stupefacenti, mentre la commessa è stata segnalata alla Prefettura come assuntrice di stupefacenti e le è stata nella immediatezza ritirata anche la patente di guida. Stamani i poliziotti l’ hanno portata in Tribunale, dove innanzi al giudice dott.ssa Valeria Marino, che ha preliminarmente convalidato l’ arresto, ha patteggiato una condanna ad 1 anno e 6 mesi di reclusione e 4.000 euro di multa,  tornando in libertà perché l’ assenza di precedenti le ha concesso i benefici di legge.

 

(Visitato 31 volte, 1 visite oggi)

137 borse di studio per giovani studenti in Versilia: tutti i nomi

63mila euro di incassi rubati, arrestato vigilantes