FIRENZE. Nel 2014, sulle coste toscane, sono stati 19 gli spiaggiamenti di esemplari di cetacei, con un unico caso di grande cetaceo, un capodoglio, lungo poco più di 9 metri, rinvenuto a Rosignano Marittimo il 18 novembre e recuperato a fini di studio. Un bilancio “positivo” rispetto agli anni precedenti, spiega la Regione Toscana, intervenendo in merito al rinvenimento della balenottera stamani sulla spiaggia di Lido di Camaiore che si aggiunge a quella avvistata martedì scorso al largo dell’imboccatura del porto di Livorno.

Riguardo a quest’ultimo cetaceo, la Regione precisa che si tratta di un esemplare maschio di Balaenoptera physalus della lunghezza di 15 metri circa e del peso di 20-25 tonnellate. Sul posto, alle 8 di stamani, sono intervenuti Capitaneria di porto, Cetus di Viareggio, Arpat e personale della sede di Pisa dell’Istituto zooprofilattico sperimentale di Lazio e Toscana.

“Si sta provvedendo adesso – spiega ancora la Regione – ai rilievi di rito e nelle prossime ore occorrerà avvicinare e fermare la carcassa sulla spiaggia per evitare che la risacca in mare la riporti a largo”. Intanto veterinari locali e dell’unità nazionale Cert provvederanno entro domani alle operazioni sanitarie necessarie, prelievi e rilievi per accertare con successive analisi e approfondimenti le esatte cause di morte.

L’esemplare presenta un grosso taglio diritto di oltre 2 metri sul dorso, “provocato da un possibile contatto con grande imbarcazione, probabilmente avvenuto dopo il decesso e nella fase di galleggiamento davanti al porto di Livorno, prima ancora che le imbarcazioni della Guardia costiera ne individuassero la posizione”.

(fonte ANSA)

(Visitato 239 volte, 1 visite oggi)
TAG:
balena carcassa cetacei lido di camaiore Regione Toscana

ultimo aggiornamento: 15-01-2015


“Dalle istituzioni nessuna solidarietà ai familiari delle vittime della strage”

Nuovo stallo per disabili al parcheggio di Via Bugneta a Pontestrada