VIAREGGIO. L’Istituto Tecnico Nautico “Artiglio” di Viareggio in questi giorni ha concluso il percorso informativo e formativo intrapreso nel mese di gennaio con l’Associazione Squadra Operativa di Soccorso – S.O.S. di Pisa grazie alla disponibilità del Dirigente Scolastico e del gruppo Insegnati. Il percorso sviluppato riguardante il Progetto “Ricerca e salvamento, introduzione alla Sicurezza in acqua e alle tecniche BLSD” vincitore del Premio Verdigi 2014 e Patrocinato della Provincia di Pisa e svolto in collaborazione con l’Ufficio dell’Assessore all’Istruzione della Provincia di Lucca, della Provincia di Pisa e dell’Assessore del Comune di Pisa ha interessato tutte le classi seconde dell’Istituto durante il quale i volontari di Squadra Operativa di Soccorso hanno cercato di trasmettere le buone norme di comportamento in acqua e di far acquisire le tecniche base di intervento in caso di arresto cardiaco improvviso e l’uso del defibrillatore.
Durante i tre incontri per classe, della durata di due ore ciascuno,più di 60 giovani studenti sono stati indottrinati verso la cultura e la diffusione del soccorso e del volontariato con l’obiettivo finale di trasmettere le buone norme di comportamento in prossimità di spazi d’acqua e della sicurezza in acqua da sempre un possibile elemento di pericolo. Questo è stato un momento di riflessione e di dibattito sul comportamento rivolto alla sicurezza in acqua dei più giovani che da sempre rappresenta un possibile elemento di pericolo. L’attenzione e la curiosità riscontrata è stata molta e i ragazzi sono sempre stati interessati e propositivi durante i dibattiti e gli incontri.
Inoltre, gran parte del progetto è stata dedicata alla trasmissione delle regole “Salvavita” in caso di arresto cardiaco improvviso e uso del defibrillatoresemiautomatico esterno o più comunemente conosciuto con l’acronimo di DAE. Uno dei tre incontri è stato dedicato esclusivamente all’uso pratico e alla prova su manichino per manovre di rianimazione cardiopolmonare e utilizzo del defibrillatoreda parte di tutti gli studenti. Le tecniche trasmettesse seguono le linee guida ILCOR utilizzate dai soccorritori e dal personale medico. Durante gli incontri è stata analizzata, con molta cura, l’importanza del soccorso immediato e della possibilità reale di poter salvare una vita seguendo i diversi step della catena del soccorso senza aver paura di peggiorare la situazione critica incontrata, senza aver paura di impegnarsi per aiutare gli altri in difficoltà e soprattutto consapevoli dell’importanza del “fattore tempo” che in caso di arresto cardiopolmonare è un fattore determinante e potrebbe cambiare le sorti dell’intervento e delle conseguenze per la vittima.
L’arresto cardiaco improvviso, infatti, viene definito un killer silenzioso che purtroppo colpisce a tutte le età, le statistiche riportano che ogni anno in Italia 73.000 morti, 200 ogni giorno, 9 ogni ora, uno ogni 7 minuti, conoscere permetterà di essere utile per salvare una vita e passare dal 1-5% al 70-80% di sopravvivenza.
Il progetto si concluderà con una manifestazione aperta alla comunità che si terrà presso il Bagno Roma a Viareggio il 13 giugno, durante la quale verranno svolte simulazione di soccorso acquatico e tecniche BLSD facendo interagire insieme ai volontari di Squadra Operativa di Soccorso – S.O.S. anche i giovani che hanno partecipato al progetto. La manifestazione permetterà a chiunque avrà piacere di fare gratuitamente un battesimo subacqueo presso la piscina dello stabilimento balneare Viareggino grazie alla disponibilità e all’amicizia dello staff del Bagno Roma.
Con l’occasione verrà presentata l’associazione di ricerca e salvamento – soccorso acquatico di Pisa.
L’associazione Squadra Operativa di Soccorso – S.O.S. nasce il 15 febbraio 2012 basandosi sulla normativa riguardante la legge quadro sul volontariato n°266/91, la legge regionale del volontariato n°28/93 e per quanto sia compatibile con la norma di cui all’art.17 del D.Lgs n°460/97 disciplinante le ONLUS.S.O.S. ha lo scopo di protezione civile e sociale , tale scopo viene perseguito attraverso l’intervento dei soci mediante: la vigilanza, l’assistenza ed il soccorso a garanzia della sicurezza in acqua, sott’acqua e a terra e di assistenza sanitaria in presenza o meno di calamità naturale e di emergenza.In particolare l’obiettivo dei soci e dell’associazione è quello di prestare assistenza e soccorso in acqua e nello specifico: ricerca e salvamento, soccorso acquatico, alluvionale, nautico e subacqueo; vigilanza per la sicurezza lungo gli argini; soccorso in acque interne e soggette ad esondazione o alluvioni; vigilanza per l’assistenza, il soccorso e la sicurezza in acqua durante manifestazioni; soccorso sanitario; ricerca dispersi; vigilanza per la salvaguardia e il recupero ambientale.
I volontari di S.O.S. sono formati per svolgere: attività di ricerca e recupero subacqueo e acquatico, ricerca e salvamento subacqueo, in superficie e in caso di esondazioni; assistenza e supporto di superficie anche durante le manifestazioni sportive in mare ed acque interne su argini o su imbarcazioni, supporto di superficie per le attività acquatiche e subacquee con personale qualificato per la gestione di emergenze acquatiche e subacquee con il BLSD e la somministrazione di ossigeno base ed avanzato; supporto a terra con competenze di BLSD e primo soccorso pediatrico; personale di terra di supporto logistico.
L’attività di volontariato di S.O.S. è mirata alla sicurezza ed al soccorso in presenza di acqua.
L’associazione Squadra operativa di Soccorso è l’unica in Italia a rilasciare la qualifica di Soccorritore Acquatico e Alluvionale di Soccorso S.A.A.S. certificata da PADI.
La formazione dei volontari per svolgere le attività su indicate è comprovata da brevetti e specializzazioni di rilievo nazionale e internazionale quali operatori, istruttori e trainer.
Squadra Operativa di Soccorso S.O.S. è parte attiva ed operativa del Sistema della Protezione Civile della Provincia di Pisa e di Livorno, della Regione Toscana e del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile Nazionale.
Inoltre, è associazione attiva dell’Aics Comitato Pisa.
S.O.S .invita tutti giovani e meno giovani di entrambi sessi a far parte del mondo del volontariato. Non importa se hannoo meno competenze specifiche. L’importante e’ avere il piacere di stare insieme e di essereutili alla comunita’!www.sospisa.org

(Visitato 549 volte, 1 visite oggi)

Il commissario Romeo dispone lo sgombero del campo rom di Torre del Lago

Esercito a Viareggio. Salemi (FI): “Ricordiamo le 1909 firme raccolte dai cittadini”