VIAREGGIO. Oggi martedì 31 marzo 2015 si è svolta un’assemblea dei lavoratori di Polo Nautico di Viareggio insieme alla Rsu aziendale. L’assemblea ritiene non più rinviabile il confronto con la Direzione delle imprese socie sulla situazione occupazionale.

“Gli ammortizzatori sociali si stanno esaurendo – il termine è la fine del mese di maggio – e nelle aree della Polo Nautico, nonostante l’interesse già dimostrato da alcuni imprenditori ad avviare nuove lavorazioni, gli attuali ‘occupanti’ continuano ad impegnare spazi e capannoni ormai adibiti solo al rimessaggio di scafi senza proprietario”, segnala la Fiom-Cgil in una nota.

“Questa situazione deve finire, perché nega il lavoro dentro quest’area produttiva strategica per il porto e per l’intera città e ne aggrava la situazione economica. Oggi ci sono ancora oltre venti lavoratori di Polo Nautico che chiedono di poter riprendere a lavorare.

“Non si può vivere in cassa integrazione: gli accordi sottoscritti prevedevano il pieno impiego del personale presso le aziende socie ed è ora di rispettare le intese e liberare gli spazi affinché il lavoro possa riprendere per tutti”.

(Visitato 32 volte, 1 visite oggi)
TAG:
ammortizzatori sociali fiom-cgil polo nautico viareggio

ultimo aggiornamento: 31-03-2015


Birdwatching all’Oasi Lipu, ecco tutti gli appuntamenti di aprile

Premiate a Firenze due attività commerciali di Camaiore