MASSAROSA. “Antenna a Portovecchio, il sindaco sapeva dal 2014, ci sentiamo presi in giro”. A scrivere è un gruppo di cittadini e residenti di via Portovecchio.
“A seguito delle notizie apprese dagli agli atti di indagine della Polizia Municipale di Massarosa e dalle notizie pubblicate sui giornali – scrivono – manifestiamo la nostra profonda indignazione e perdita di fiducia nei confronti del sindaco di Massarosa e dell’Amministrazione Comunale prendendo atto del comportamento gravemente scorretto dal punto di vista etico, sociale e politico riguardo alle affermazioni mendaci circa l’installazione dell’antenna radio-base in via Portovecchio”.
“Infatti, il sindaco aveva accusato le Ferrovie di aver agito in maniera autonoma senza che egli fosse stato messo al corrente dell’installazione della stazione radio-base in via Portovecchio, attigua all’area Parco Naturale Migliarino-San Rossore, e che avrebbe dato avvio alle indagini per gli accertamenti del caso. Purtroppo quanto affermato dal Sindaco è stato smentito dagli atti acquisiti che testimoniano invece come egli ne fosse (o comunque ne dovesse essere necessariamente) a conoscenza in base alla comunicazione delle ferrovie datata 06.06.2014, inviata tramite posta certificata proprio al Sindaco di Massarosa”.
A questo punto i cittadini si chiedono “cosa si debbano ancora aspettare, probabilmente che simili episodi si ripetano sempre più frequentemente e che ciascuno si veda installare davanti alla propria abitazione antenne simili, da un giorno all’altro, senza alcun preavviso, né comunicazione, né condivisione di scelte, soprattutto, nessun atto precauzionale per garantire la salute dei cittadini e la tutela dell’ambiente. Vogliamo scongiurare che episodi simili vengano perpetrati e che tali comportamenti di ‘presa in giro’ dei cittadini, oltraggiati nella loro dignità ed intelligenza, si ripetano ma abbiamo constatato purtroppo che gli organi istituzionali preposti alla tutela pubblica sembra non abbiano alcun interesse ad ascoltare il parere degli abitanti riguardo a scelte importanti che possono essere ed è giusto che siano condivise, se non giuridicamente, senza ombra di dubbio, eticamente, socialmente, politicamente e soprattutto umanamente visto che è in gioco la salute pubblica. I Residenti/Cittadini di via Portovecchio sollecitano (così come richiesto anche nell’esposto presentato alla Procura della Repubblica di Lucca) l’immediata totale rimozione dell’antenna ivi installata e la convocazione di un urgente incontro pubblico per concordare-concertare una decisione condivisa (visto che ciò è un dovere morale di una buona prassi amministrativa) in merito allo spostamento in altro sito della medesima antenna in considerazione anche del fatto che l’attuale posizionamento è in prossimità dell’area protetta Parco Naturale ‘Migliarino San Rossore’ e ne deturpa, indubbiamente, il paesaggio circostante. Riteniamo che sia un atto dovuto dal Sindaco Franco Mungai, ed a questo punto, l’unico possibile, per rimediare alla profonda ‘frattura’ in termini di fiducia che si è creata nel rapporto con i Cittadini”.

(Visitato 136 volte, 1 visite oggi)
TAG:
antenna massarosa portovecchio

ultimo aggiornamento: 04-04-2015


Apre a Massarosa un centro abilitato all’assistenza Agricola Coldiretti

“Dimissioni del presidente del consiglio Adolfo Del Soldato”