VIAREGGIA. Una lettera all’indirizzo del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi affinché garantisca anche nella stagione estiva 2015 la sicurezza dei bagnanti sulla spiaggia libera della Lecciona, tra Viareggio e Torre del Lago: a scriverla è l’Associazione Assistenti Bagnanti Italia.

“La spiaggia libera della Lecciona è l’area di spiaggia libera più vasta nella costa versiliese”, ricorda l’Associazione in una nota. “E’ una spiaggia che viene densamente vissuta da turisti italiani e stranieri sia per la sua bellezza che per la sua gratuità. Nell’area retrostante si trovano circa una decina fra campeggi ed hotels.

“Nell’ultima decade il Comune di Viareggio è riuscito ad assicurare un servizio base di sorveglianza grazie ad un contributo regionale. Tale contributo è però negli anni andato a diminuire e la passata stagione con una cifra intorno ai 48mila euro il Comune di Viareggio è riuscito ad allestire un servizio minimo – 7 bagnini divisi su 3 postazioni per 68 giorni. Negli ultimi dieci anni si sono verificati cinque annegamenti e senza il generoso aiuto dei bagnini che sorvegliano quella zona il bilancio sarebbe stato nettamente più drammatico.

“Nella scorsa stagione si sono registrati 13 interventi di salvataggio e un infinito numero di azioni preventive.
Attualmente il Comune di Viareggio si trova in una situazione di dissesto finanziario ed il futuro della sorveglianza della spiaggia libera della Lecciona appare quanto mai in pericolo.

“Chiediamo che la Regione Toscana intervenga con decisione per garantire la sicurezza dei bagnanti anche per la stagione estiva 2015”.

(Visitato 52 volte, 1 visite oggi)
TAG:
lecciona Regione Toscana sorveglianza viareggio

ultimo aggiornamento: 13-04-2015


Le mura di Lucca. A Spasso con Galatea

Cooking show a Villa Ariston sulla colazione moderna