"Bufale su bilancio e gestione delle farmacie comunali" - Comune Massarosa, Politica Massarosa Versiliatoday.it

“Bufale su bilancio e gestione delle farmacie comunali”

MASSAROSA. “Due Bufale non fanno la Verità! L’anno scorso la sinistra ha propagandato un utile fasullo in quanto lordo, cioè senza considerare le tasse statali di €122mila per raccontare ai cittadini che potevamo permetterci di acquistare un fondo da 1milione di euro per la farmacia a Piano di Conca, quest’anno l’Assessore alle società partecipate Damasco Rosi invita i cittadini a festeggiare perché, dice lui, grazie a questa scelta c’è un utile…dimezzato e di 50mila euro”.

Lo scrive Alberto Coluccini Consigliere Comunale Capogruppo dell’Associazione civica Massarosa.

“La realtà purtroppo è ben diversa e grave per i cittadini, solo da quest’anno si sentiranno gli “effetti” del leasing da pagare per 18 anni di 60mila euro l’anno più maxirata finale di circa 200mila euro, che assieme alla necessaria nuova assunzione di un commesso finora rimandata tenendo sotto organico la struttura delle farmacie per far figurare un utile maggiore a giustificazione di scelte che non faranno più quadrare i conti.
Ma sono tutta la gestione e le scelte dell’Assessore alle partecipate a risultare nefaste, visto che per non far “scappare” i tre studi medici e perdere servizi essenziali per la frazione di Piano di Conca, partito per chiedere un aumento, sempre grazie alla nuova struttura, è riuscito invece a rimediare una riduzione del canone di affitto da 200 a 150 euro al mese e a dover omaggiare pure i costi delle utenze!
Inoltre l’Assessore non ha ancora ottemperato, seppure previsto per legge, a far realizzare, ed appare in grave affanno, ne il regolamento gare, contratti e spese in economia, ne il regolamento su trasparenza e privacy, ne il regolamento per l’organo di Amministrazione.
Non bastasse è indietro pure sulla trattativa sindacale ed il contratto di tesoreria è scaduto da tre anni e continua a “procedere” così, come nulla fosse, senza ne bandire una gara di rinnovo ne concordare proroghe ufficiali, tutta questa inefficienza logicamente provoca ulteriori costi che gravano poi sui cittadini, se non è pessimo amministrare questo, cosa lo è?”.

(Visitato 51 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 16-05-2015 15:00