VIAREGGIO. “Anche questa mattina è continuata l’attestazione di irregolarità o nullità dei verbali di numerose sezioni. Tanto è vero che le sezioni interessate sono ben 14 su 63, di cui 11 assolutamente gravi e tali da costituire presupposto di possibile invalidazione del procedimento elettorale ancor prima del riconteggio del voto”. Commenta così il candidato sindaco di centrodestra Massimiliano Baldini, coinvolto nell’incredibile testa a testa con l’avversario Luca Poletti, dopo la verifica dei verbali delle elezioni amministrative.

“Ho provveduto a formalizzare le eccezioni e ringrazio non solo tutte le liste a me collegate per l’adesione ai rilievi di nullità ma anche il Movimento Cinque Stelle, Viareggio Insieme e Viva Viareggio Viva, liste collegate ai candidati sindaci Zanni, Santini e Poletti, per aver aderito e condiviso le medesime eccezioni. A prescindere dai rilievi di nullità verbalizzati all’Ufficio Centrale, anche la mera verifica dei verbali ha già evidenziato che i conti non tornavano ed il distacco si è ulteriormente ridotto da 31 a 27 voti rafforzando i presupposti del ricorso, figuriamoci cosa succederà quando il Tar ci farà aprire i plichi con le schede di voto per il riconteggio.

“Pertanto stasera alle 21 saremo tutti alla Circoscrizione Marco Polo per raccogliere le testimonianze di voti mancanti e di irregolarità o nullità ai seggi, dopodichè depositeremo urgentemente il ricorso al Tar chiedendo la sospensiva ed il riconteggio. Ho provveduto altresì a richiedere con urgenza la copia dei verbali dell’Ufficio Centrale al Comune di Viareggio.

“E’ ovvio che se non dovessero provvedere a consegnarmeli, essendo in gioco un diritto soggettivo che devo tutelare mediante un ricorso che deve essere depositato in termini strettissimi e che ha la necessità di allegazioni come quella degli stessi verbali, azionerei un articolo 700 del Codice del Processo Civile e, se necessario, ogni altra azione a tutela dei diritti miei e della mia coalizione, ivi compreso la richiesta di risarcimento danni ove pregiudicato da tale carenza.

“Mi auguro che così non sia e che già domattina gli uffici del Comune di Viareggio provvedano a consegnarmi i verbali, seppur, con amarezza, rilevo che queste costanti difficoltà nell’ottenere quanto necessario alla tutela dei diritti dei cittadini getta un’ombra pesante sul nostro sistema democratico, spesso compromesso da una burocrazia sistematica assurda e nemica degli utenti.

“Mi domando: se non fossi stato io stesso un avvocato, come avrebbe fatto – e quanto sarebbe costato – un semplice cittadino a difendersi in questa vicenda? Ci vediamo tutti stasera alle 21 alla Circoscrizione Marco Polo: la nostra battaglia di legalità e di democrazia per tutti, nessuno escluso, continua”.

 

(Visitato 128 volte, 1 visite oggi)

Salva la stagione estiva 2015 del Principino e della Viareggio Versilia Congressi

È ufficiale: nonostante il caos dei verbali Viareggio va al ballottaggio il 14 giugno