LUCCA. Si arricchisce di alcuni nomi lucchesi l’elenco dell’artigianato artistico di eccellenza riconosciuto a livello nazionale. Diversi artigiani della provincia, infatti, sono tra i vincitori del premio per la qualità artigiana assegnato nei giorni scorsi dall’associazione Osservatorio dei Mestieri dell’Arte.
Fra questi, Ugo Da Prato, titolare della Amg snc, specializzata nella lavorazione del marmo, è stato scelto per salire sul palco e ritirare il proprio premio durante la cerimonia che si è tenuta al Teatro Goldoni di Firenze: una prestigiosa targa in ceramica e l’attestato che decreta la qualità delle produzioni artigianali.
“Si tratta dell’ulteriore conferma della qualità da sempre presente fra i nostri artigiani – ha detto Andrea Giannecchini, presidente della CNA di Lucca – e del fatto che è proprio la qualità ad essere elemento vincente nel mercato sempre più globale in cui ci troviamo a lavorare. Agli artigiani vincitori vanno i complimenti della nostra associazione”.
“E’ un riconoscimento prestigioso per il lavoro svolto negli anni – ha confermato Ugo Da Prato – ed è stato assegnato dopo un’attenta valutazione storica ed artistica. Per noi è stata una sorpresa inaspettata, ma anche motivo di grande soddisfazione. Adesso apparteniamo ad un vero database nazionale di eccellenza”.
Insieme a Da Prato, hanno ricevuto il premio i seguenti artigiani della provincia di Lucca: Antiche tessiture lucchesi di Genni Tommasi (tessuti), A.Tessieri e c. di Francesco Tessieri (pavimentazioni artistiche), Ilaria Coturri decorazioni artistiche murali (restauro dipinti murali), Josafat Cardini e figli (marmi), Alessandro Avanzini art and craft (realizzazioni scenografiche), Buonaccorsi ebanisti (falegnameria), Casa d’Arte prof. Lando Landi (arredi sacri), Nigri Scacchi di Gabriele Pacioni (produzione scacchi).
Un premio già ambito che, quest’anno, assume ancora maggiore valore visto che, proprio nel 2015, è diventato nazionale ed ha premiato 180 nuove botteghe.
Dopo le botteghe d’eccellenza fiorentine selezionate nel 2010 e nel 2012, l’Osservatorio ha deciso, infatti, di coinvolgere i 18 territori delle Fondazioni di origine bancaria associate.
Fra queste, sono presenti anche le due fondazioni cittadine, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.
L’obiettivo del premio è quello di valorizzare e sostenere tutto l’artigianato artistico dei territori, premiando la creatività, la tecnica, la storia e l’innovazione, ma soprattutto offrire una possibilità di visibilità a uno dei settori più strategici della nostra economia.
Erano presenti all’evento alcune importanti botteghe artigiane nazionali, tra le quali i vetri biellesi, i marmi di Carrara, le ceramiche laziali, l’elegante arte sartoriale partenopea, i merletti orvietani e le tradizionali sedie di Chiavari.
Ospite d’onore della serata, giunto dal Giappone per questa occasione, è stato Kotaro Shindo direttore della società LIDEA, nota per gli store multimarca chiamati ‘Strasburgo’ che distribuisce da anni nel in Asia numerosi prodotti di artigiani fiorentini e italiani.
Nell’occasione è stato consegnato anche il terzo volume della Guida EnjoyHandicraft, che riassume i cinque anni di lavoro del premio qualità OMA e recensisce oltre 500 botteghe del fatto a mano in una doppia edizione italiano/inglese. Le botteghe artigianali selezionate in questo volume rispettano i criteri di assoluta eccellenza del prodotto e autenticità delle lavorazioni.

(Visitato 129 volte, 1 visite oggi)
TAG:
artigianato artigiani CNA Lucca premio nazionale

ultimo aggiornamento: 18-06-2015


Il massarosese Andrea Giannecchini nuovo presidente provinciale della Cna

Dalla formazione all’assunzione, una speranza nel mondo del lavoro