VIAREGGIO. Un anno è passato dalla scomparsa di Aurora Francesconi, la ragazzina vittima di un incidente stradale che le è costato la vita il 28 luglio 2014. Gianmaria Lenci vuole ricordarla con una profonda e toccante lettera.

“Agganciano una motociclista con l’auto, poi vanno a fare la spesa: fermati due turisti. La giovane in ospedale” – “Morta la ragazza travolta a Torre Del Lago” – “Muore a 15 anni. Ancora da chiarire la dinamica”

Questi i titoli dei giornali virtuali che tempestavano i social network nella zona di Viareggio il 28 luglio 2014, esattamente 10 giorni dopo il compleanno di Aurora Francesconi, la ragazza vittima dell’incidente. Titoli che ancora oggi rimbombano nelle teste di molti ragazzi, uomini, donne, parenti, un padre e una madre che hanno visto morire la loro figlia in un incidente stradale avvenuto a Torre Del Lago in Via Giovanni XXIII mentre, da casa del papà, si dirigeva a casa dalla mamma, come faceva quasi tutti giorni.

Ancora oggi Elisa Domenici e Gianmarco Francesconi, a distanza di un anno, con dolore ma con altrettanta determinazione, seguono le indagini affinché sia resa giustizia alla loro figlia.

La chiusura dell’inchiesta sembra infatti ritardata dal mancato ritrovamento dello specchietto del motorino di Aurora che, nell’imminenza dell’accaduto, sarebbe stato rinvenuto al bordo della strada, ma che poi si sarebbe dileguato nel nulla dopo la rimozione del veicolo.

A distanza di un anno è ancora vivissimo il ricordo di Aurora nei parenti e negli amici: ne sono testimonianza l’associazione fondata dai genitori, gli eventi sportivi organizzati in suo onore, le opere di beneficenza come la donazione di un defibrillatore alla scuola media “Raffaelo Motto” ed i messaggi incessanti su Facebook”.

(Visitato 644 volte, 1 visite oggi)
TAG:
aurora francesconi incidente lettera viareggio

ultimo aggiornamento: 28-07-2015


#DilloaVt – Frigo abbandonato sul viale dei Tigli

Parenti e amici vogliono la verità per Aurora