dal nostro inviato

LIGNANO SABBIADORO. Come definireste, se non “matti”, trentuno viareggini – e chi scrive era uno di quelli… – che ieri, di buon mattino, hanno messo piede su un pullman in direzione Lignano Sabbiadoro e tifato a squarciagola il Viareggio Beach Soccer per poi varcare il portone di casa nel cuore della notte? Dopo la storica trasferta a Terracina nel 2012 anche in Friuli i bianconeri sono scesi in campo accompagnati da cori goliardici e dalle sempre gradite bandiere di Burlamacco.

La comitiva di tifosi è partita ieri mattina poco dopo le 8 dal piazzale del Centro Polo: non poteva passare inosservata la presenza di nonna Franca che a 80 anni si è sobbarcata quasi sei ore di viaggio per applaudire le gesta del nipote Giacomo Valenti, tra i protagonisti della cavalcata verso la finale scudetto. L’esodo che ha toccato Toscana, Emilia, Veneto e, infine, Friuli è stato lungo e faticoso: fortuna che ci ha pensato Andrea Santini, fratello dell’allenatore bianconero Stefano, ad intrattenere i compagni di viaggio con racconti e aneddoti vari.

Scesi dal pullman intorno alle 14, i trentuno “matti” si sono diretti verso l’albergo che ospitava la squadra sventolando le Burlamacche e intonando canzoni di Carnevale tra i sorrisi e gli sguardi increduli di lignanesi e turisti (e anche dei giocatori stessi).

Dopo qualche ora di relax tra bagni, granite e spritz a prezzi stracciati (lo abbiamo trovato a tre euro nel bar di un pontile con vista panoramica sul litorale di Lignano) i tifosi – tra loro c’era anche chi aveva già raggiunto la squadra con mezzi propri – hanno poi dato spettacolo alle beach arena con gli immancabili tormentoni di Carnevale (“Come un coriandolo”, “Maschereide” e “Magica Viareggio”), canzoni personalizzate per i singoli giocatori e cori ideati sul momento (“Che bello è quando esco di casa e poi vado a Lignano per tifare il Viareggio”).

In campo, purtroppo, non è andata come ognuno si augurava: ha vinto il Terracina e non si può gridare troppo allo scandalo nonostante un paio di errate valutazioni arbitrali. Nonostante il sogno tricolore sfumato nuovamente sul più bello, gli sportivi viareggini sono rientrati verso casa ringraziando la squadra per le emozioni regalate e con il sorriso di chi ha trascorso una giornata intensa, piacevole e comunque da ricordare. Con la speranza che l’appuntamento con la storia sia soltanto rimandato…

Simone Pierotti

(Visitato 86 volte, 1 visite oggi)
TAG:
lignano sabbiadoro tifosi trasferta viareggio beach soccer

ultimo aggiornamento: 10-08-2015


Va al bagno Mergellina il torneo “Carlo Romani” di beach soccer

La coppia viareggina Formenti-Lamberti vince il torneo di beach tennis Balena 2000