VIAREGGIO. “Condivido e difendo la scelta del commissario Stefano Pozzoli di aver voluto il Carnevale Estivo a pagamento: è stata una scelta di coraggio, di forza e di (almeno tentata) utilità per la Fondazione”. Lo scrive Alessandro Santini, ex presidente della Fondazione Carnevale e consigliere comunale di Forza Italia che al Carnevale estivo ha prestato servizio nella squadra corsi.

“Di coraggio, perché ha ‘osato’ riproporre l’evento a pagamento com’era nel 1996, non dimentichiamocelo; di forza, perché muovere questa macchina per tre giorni è molto più impegnativo e difficile di quanto possiate immaginare; di utilità, perché un po’ di soldi nelle casse di Burlamacco e della Fondazione Carnevale di Viareggio non avrebbero fatto male pensando al 2016.

Fotomania
Fotomania

“Finora Pozzoli ha fatto un grande lavoro, si è entusiasmato nel tempo a una materia non sua, lui che è uomo di numeri ha capito l’importanza e la passione che avvolge questa manifestazione e sta cercando di mantenerla in vita: a lui si deve la riuscita dell’ultimo Carnevale invernale; a lui, che a differenza di altri piovuti a Viareggio ha l’umiltà e la saggezza di dire ‘ho sbagliato’ e ripartire da lì, per fare meglio, si deve guardare per sperare di riuscire a fare il prossimo Carnevale.

“La città di Viareggio comprenda di più e meglio che si deve amare e sostenere la manifestazione concretamente e non solo a parole, perché con le chiacchiere i conti non si pareggiano né si chiudono i bilanci in rosso. Spero con tutto il cuore che i viareggini colgano il buono di quanto appena trascorso e che, passata la sbornia delle polemiche e dei tuttologi, resti chiara la verità: è stato tentato qualcosa di coraggioso e positivo per un unico obiettivo, salvare il Carnevale di Viareggio. La nostra ultima risorsa, quel moto di vanto e orgoglio da cui può e deve ripartire la nostra città”.

(Visitato 100 volte, 1 visite oggi)
TAG:
alessandro santini carnevale estivo stefano pozzoli

ultimo aggiornamento: 17-08-2015


“Perdite d’acqua nel porto di Viareggio”

“I revisori dei conti bacchettano Comune di Viareggio e Festival Puccini”