VIAREGGIO. “Essere costretti a leggere (a morsi e bocconi) sui giornali quali piani dei nostri palazzi storici sono agibili o meno è semplicemente ridicolo”. Lo scrive Alessandro Santini, consigliere comunale di Forza Italia.

“Un riscontro ufficiale sull’agibilità di Palazzo delle Muse lo chiedo da luglio 2013 ad autorità e istituzioni preposte; riguardo Villa Paolina avanzo dubbi (e interrogazioni) da oltre 2 mesi. Lunedì avevo ottenuto un appuntamento con il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Lucca, incontro che lo stesso giorno, a distanza di poche ore, mi è stato fissato e disdetto dalla segreteria del Comando ed ora è rinviato a data da destinarsi. Spero di avere al più presto un nuovo appuntamento e di non aver creato fastidio o “rotto le uova nel paniere” a qualcuno, con questa mia insistente ricerca di informazioni chiare e certe sull’incolumità dei cittadini e la gestione di un patrimonio pubblico come i palazzi della cultura.

“Per il resto, neanche una parola da chi oggi avrebbe il dovere di farlo (assessore Rossella Martina in testa) ma ha preferito lasciar cadere nel silenzio le mie richieste. Ma come sempre, e per fortuna, parlano i fatti.
A questo proposito, prima dell’ultimo consiglio comunale mi è stata consegnata una lettera indirizzata a me da un papà, un ingegnere viareggino che mi racconta l’entusiasmo del figlio per i laboratori estivi ospitati nell’estate appena trascorsa a Villa Paolina: ‘Gli è piaciuto tantissimo – scrive – e allora ho chiesto alla signora che li faceva se anche d’inverno avessero organizzato qualcosa’. Saputo che non sarebbe più stato fatto niente causa chiusura per inagibilità dell’edificio, il genitore (che è un ingegnere, lo ricordo) scrive di essere ‘andato a fare un giro per Villa Paolina, per vedere se lo era veramente. Di inagibile non c’è niente, manca solo l’antincendio’. Non solo: ‘Ho chiesto alla signora di mostrarmi l’atto in cui si dice che il museo è inagibile – racconta ancora il papà – ma lei mi ha detto che non esiste e che è stato detto a voce’.

“La lettera, però, prosegue: ‘Il giorno dopo – riporto ancora testualmente – sono andato a Palazzo delle Muse con la scusa di vedere una mostra e, sempre a occhio nudo, ho visto che quel palazzo lì, invece, è inagibile e pericoloso’.

“Questa non è certo una perizia tecnica né tale va considerata: è solo il parere di un professionista che, sarà un caso, conferma tutti i miei dubbi, sia su Palazzo delle Muse (che stanno chiudendo a pezzi) sia su Villa Paolina (chiusa senza un perché). Dubbi per i quali avevo richiesto e torno a richiedere, per l’ennesima volta, tutta la documentazione a chi di competenza”.

(Visitato 209 volte, 1 visite oggi)
TAG:
alessandro santini palazzo delle muse viareggio villa paolina

ultimo aggiornamento: 17-09-2015


“Nel documento mancante c’era la prova che la Patrimonio era già fallita”

“La biblioteca ‘Malfatti’ retrocessa a sala lettura. E per ora resta chiusa”