VIAREGGIO. Nella giornata di sabato i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Viareggio, a seguito di una mirata attività d’indagine finalizzata a contrastare i furti di biciclette, sono riusciti ad individuare a Viareggio due depositi dove erano occultate ben 20 biciclette di provenienza illecita e a denunciare in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria un italiano di 45anni e un cittadino rumeno di 48 anni, entrambi pregiudicati, poiché ritenuti responsabili del reato di ricettazione.

In particolare i Carabinieri nel primo deposito hanno rinvenuto 12 biciclette della cui provenienza il proprietario dell’abitazione non è riuscito a fornire plausibili spiegazioni. Inoltre sono stati ritrovati 12 attrezzi da lavoro quali trapani, smerigliatrici, un demolitore, 3 cartucce da caccia e 5 canne da pesca di vario tipo.

Nel secondo deposito sono invece state ritrovate 8 biciclette, 2 telai in alluminio, diversi Iphone e anche in questa circostanza il proprietario non è riuscito a dimostrare la provenienza del materiale rinvenuto.

Le biciclette e il restante materiale, del valore di diverse migliaia di euro, sono stati sequestrati e sono in corso ulteriori accertamenti al fine di individuare i legittimi proprietari.

Si invita pertanto chiunque riconosca il materiale sequestrato a recarsi presso la caserma Carabinieri di Viareggio sita in via Manfredo Bertini n. 115 muniti della denuncia di furto o di altri documenti che possano attestarne la proprietà.

(Visitato 3.020 volte, 1 visite oggi)
TAG:
biciclette carabinieri cronaca furto sequestro viareggio

ultimo aggiornamento: 21-09-2015


Muore a 54 anni per un tumore

Partono i lavori per la strada per Sant’Anna di Stazzema