Puntata numero 105 per DA UOMO A UOMO, la rubrica di Versiliatoday dedicata alla sessuologia, all’andrologia e all’urologia, curata dal dottor Luca Lunardini.

 

CINQUE STATISTICHE SUL SESSO CHE VI STUPIRANNO

Sembra incredibile ma è vero: nonostante le 10 (con quella di oggi…) puntate di DA UOMO A UOMO sul sesso c’è ancora molto, ma davvero molto, da scoprire. Lo testimoniano gli Studi che in ogni parte del mondo continuano ad esplorarne ogni aspetto. E’ ovvio come la ricerca scientifica sia indirizzata alla prevenzione e alla cura delle malattie legate agli organi riproduttivi, ma dall’osservazione dei comportamenti sociali emergono spesso DATI CURIOSI E INASPETTATI. IN ALCUNI CASI INFRANGENDO VERI E PROPRI MITI E FACENDO EMERGERE VERITÀ GELOSAMENTE CELATE SOTTO LE… LENZUOLA!

Vediamone alcune:

  1. TROPPO VELOCE. La durata media del rapporto sessuale è già stato motivo di disamina nella nostra Rubrica. Quando di sesso ne discutevano solo gli uomini si poteva favoleggiare di lunghissimi amplessi. Oggi però è stato scientificamente provato che UN RAPPORTO SESSUALE, PRELIMINARI COMPRESI, DURA IN MEDIA 7 MINUTI. Secondo la società di ricerca scientifica European Society for Sexual Medicine (di cui mi onoro di esse membro) un uomo su 5, quindi ben il 20% di quelli esaminati, “resiste” meno di un minuto!

 

  1. Sarà per questo che IL 50% DELLE DONNE PENSA AD UN ALTRO MENTRE FA SESSO? Lo hanno reso noto l’Associazione Ginecologi Ospedalieri e la Società Italiana di Urologia, che studiando quanto la durata del rapporto sessuale influisca sull’armonia della coppia, ha evidenziato come la frequente “brevità” del rapporto sia il motivo di ricerca da parte della partner di un altro uomo. E se la metà la metà di queste signore insoddisfatte pensa solamente ad un altro, di esse una su 5, dopo un anno, mette in… “pratica la ricerca”.

 

  1. Una latente insoddisfazione che potrebbe anche far ritenere alle signore FACEBOOK MEGLIO DEL SESSO. Ebbene, secondo un sondaggio apparso su “Cosmopolitan”, il 20% delle donne preferisce collegarsi a Facebook che fare sesso! Aih! Aih!

 

  1. Non che i maschietti siano da meno: GLI UOMINI PREFERISCONO IL CALCIO.Uno studio redatto in collaborazione da due Istituti rispettivamente Spagnolo e Olandese ha scoperto che, dosando il livello di testosterone (l’ormone che scatena la libido) in un gruppo di tifosi durante una partita, non sembra esservi differenza ormonale tra assistere ad una partita della propria squadra e fare sesso! GULP!

 

  1. Notizie sconfortanti? Un pochino, in verità, si. Meno male che c’è anche chi dalla passione si fa prender: un sondaggio commissionato dalla Durex, nota Società di profilattici e lubrificanti, ha stilato I POSTI IN CUI SI FA SESSO PIÙ DI FREQUENTE… a parte il letto… Il record spetta all’AUTO con il 50% (chi, magari in gioventù, non l’ha mai qui fatto alzi la mano!), a seguire le TOILETTE, i PARCHI, la SPIAGGIA e (a un tosto 15%) il POSTO DI LAVORO e (attenzione! attenzione!) non necessariamente durante la pausa pranzo.

 

 

 

 

 

L’AFORISMA (sincero) DEL GIORNO: “…Quando le cose non funzionano bene in camera da letto, non funzionano bene neanche in soggiorno…”  William H. Masters (la parte maschile della notissima equipe di ricerca Masters e Johnson che redasse la prima ricerca sistematica di sessuologia negli anni 60’ e la cui storia è narrata nella serie tv Masters of Sex.

(Visitato 611 volte, 1 visite oggi)
TAG:
da uomo a uomo

ultimo aggiornamento: 22-09-2015


“La Versiliana andrebbe chiusa, sembra la Sagra della Polpetta”

San Piero a Grado