VIAREGGIO. Il professore romano Guido Brunetti, da anni legato alla città di Viareggio, insiste con il sindaco Del Ghingaro in favore degli anziani dell’istituto “Sacro Cuore di Gesù”, meglio noto come i “Poveri vecchi”.

Il 13 agosto scorso Brunetti ha toccato con mano una “straordinaria, eccezionale iniziativa” dell’istituto, quella di riunirsi da oltre cinque anni ogni giovedì e leggere e commentare libri di grande valore culturale e scientifico. Una esperienza, ha dichiarato Brunetti, “che non ha precedenti in letteratura e in ambito universitario”.

Brunetti, in una lettera datata 24 agosto, aveva così richiesto al sindaco Del Ghingaro di compiere un gesto di apprezzamento e di riconoscenza verso i “Poveri vecchi”: nonostante solleciti telefonici non gli è ancora arrivata una risposta.

Brunetti ha nuovamente chiesto al primo cittadino di esprimere “questo atto di semplice solidarietà, ma di grande pregio sociale, umano e morale, verso esseri umani, che oltre tutto onorano la cultura, Viareggio e i suoi abitanti”. “Sono gli eroi genuini e illuminati di oggi, i quali soffrono l’angoscia della triste vecchiezza, delle malattie, della sofferenza e della devastante solitudine interiore”, ha dichiarato Brunetti. “Prendersi cura degli anziani è un’istanza etica che coinvolge un insieme di valori, necessari all’evoluzione della specie e del singolo individuo”.

(Visitato 197 volte, 1 visite oggi)
TAG:
giorgio del ghingaro guido brunetti poveri vecchi viareggio

ultimo aggiornamento: 24-09-2015


I lampioni che funzionano al contrario

Strage di Viareggio, i famigliari delle vittime al Quirinale per chiedere giustizia