VIAREGGIO. “Un grosso blocco di lamiera e un silos in muratura: neanche con tutta la fantasia del mondo si arriverebbe a pensare che si tratta di un centro d’infanzia. Invece è il ‘cubo’ all’interno del Centro Polo, fra via Repaci e via Aurelia, dove ci sono due nidi comunali – ‘Puettino’ (16-36 mesi, con tempo lungo) e ‘Oltrelagiocheria’ (tempo corto) in gestione alla cooperativa Caleidoscopio. Nidi d’infanzia dentro a quello che somiglia un enorme container, più che a un edificio idoneo ad accogliere dei bambini”. Lo segnala Alessandro Santini, consigliere comunale di Forza Italia.

“Ho fatto qualche ricerca ma di questo complesso non si sa praticamente nulla, incluso il profilo sicurezza. Pare che sia stato costruito verso la metà degli anni Ottanta, è composto da diversi elementi, due blocchi in lamiera uno sopra l’altro, un lato lungo a ridosso di un campetto da gioco e un silos vuoto, forse sede di un mai realizzato ascensore. Il piano più alto è chiuso e all’esterno c’è un giardinetto con qualche gioco e un gazebo senza copertura.

Silos e primo piano“Qualcuno ha verificato l’idoneità di questa struttura? Ci sono le certificazioni di agibilità, l’antincendio, l’antisismica? Le finestre e le uscite d’emergenza? Come viene garantita la temperatura all’interno, visto il rivestimento esterno in lamiera? Nel 2014 alcuni genitori segnalavano al ‘Puettino’ infiltrazioni d’acqua: è stato fatto qualcosa?

“Sto cercando informazioni più precise e spero che l’assessore alla pubblica istruzione Rossella Martina e i tecnici che sovrintendono alla sicurezza degli edifici comunali supportino questa mia ricerca contribuendo, al più presto, a far luce sulla situazione. Per la sicurezza dei bambini e delle educatrici che ogni giorno lavorano al cubo”.

(Visitato 396 volte, 1 visite oggi)
TAG:
alessandro santini asili nido centro polo viareggio

ultimo aggiornamento: 25-09-2015


Pd: “Affrettata la scelta di far fallire la Viareggio Patrimonio”

Ultimi giorni per la raccolta firme dei referendum di “Possibile”