FIRENZE. Nella riunione indetta ieri dal Comitato promotore del referendum regionale abrogativo della L.R.T.28 del 2015 indetta nella sala Affreschi del Consiglio regionale il bilancio è positivo. “I cittadini hanno capito la portata della posta in gioco, cioè salvare una sanità pubblica universale ed efficiente in Toscana. Siamo pronti a lavorare per i cambiamenti che sono opportuni, ma senza demagogia e con competenza.” Affermano i consiglieri Paolo Sarti e Tommaso Fattori “Le firme per indire il referendum hanno raggiunto il numero di 30.000 ma ne occorrono altre 10.000. Vogliamo raccoglierle entro il 20 di ottobre per poter votare nella primavera prossima.”

“Facciamo un appello a tutti i cittadini perché si rechino a firmare presso i banchini attivi nelle piazze oppure presso i Comuni di residenza, dove sono a disposizione i moduli.” Concludono i consiglieri.
A Firenze, in particolare, è possibile dare il proprio contributo presso tutte le sedi di quartiere oppure presso:
Segreteria Generale Palazzo Vecchio – Piano 1
U.R.P. Parterre – Piazza della Libertà, 12 (cubo 4) – Tel. 055-2769250/51/52/53
Dal lunedì al sabato: 9.00 – 13.00 Il giovedì anche 14.30 – 17.30

U.R.P. Sorgane – Via Tagliamento, 4 – Dal lunedì al venerdì: 9.00 – 13.00 Il giovedì anche 14.30 – 17.30.

U.R.P. Villa Vogel – Via delle Torri, 23 – Dal lunedì al venerdì: 9.00 – 13.00 Il giovedì anche 14.30 – 17.30.

Per qualsiasi problema è possibile contattare la pagina Facebook del Comitato oppure inviare una mail a: [email protected]

(Visitato 223 volte, 1 visite oggi)

Defibrillatori obbligatori negli impianti sportivi dal 1° luglio 2016

Vaccinazione antinfluenzale, le novità della campagna 2015-2016‏