"L'assessore Martina indichi una data per il consiglio comunale sulla scuola" - Politica Viareggio Versiliatoday.it

“L’assessore Martina indichi una data per il consiglio comunale sulla scuola”

VIAREGGIO. E’ stata protocollata in data 12 ottobre 2015 una richiesta di sollecitazione al presidente del consiglio comunale Paola Gifuni per lo svolgimento del consiglio comunale aperto sulle tematiche della scuola così come richiesto dalla consigliera comunale del gruppo Pd Elisa Montaresi durante il consiglio comunale del 14 settembre scorso.

“L’assessore alle politiche educative Rossella Martina che si era resa disponibile a svolgere un consiglio comunale su queste tematiche così importanti, non ha ancora provveduto ad oggi ad individuare una data per lo svolgimento del consiglio comunale in oggetto”, scrive il Pd di Viareggio in una nota.

“Crediamo, invece, come Partito Democratico, che sia sempre più necessario svolgere tale consiglio comunale aperto a tutta la cittadinanza ed in particolare a tutte quelle famiglie che stanno ancora aspettando notizie in merito alle molte questioni aperte sulla scuola.

“Va prima di tutto affrontato il tema delle tariffe per i nidi d’infanzia e le mense scolastiche. E’ notizia di qualche settimana fa che a gennaio potrebbero subire un ulteriore rincaro, a seguito della sentenza del Tar che ha sospeso gli aumenti previsti dalla delibera 12 del commissario prefettizio Valerio Massimo Romeo all’indomani della dichiarazione di dissesto economico e finanziario del Comune di Viareggio. In città, dopo queste notizie, si è aperto un dibattito in merito e sembra che anche all’interno della stessa amministrazione comunale non ci sia un comune sentire su questo argomento. Ad oggi comunque non si conosce quale sia la strategia che l’amministrazione comunale vorrà perseguire in questo ambito.

scuola“Gli articoli 243 e 251 del Tuel impongono all’ente comunale in dissesto per quanto riguarda la copertura dei costi dei servizi a domanda individuale , come i nidi o le mense scolastiche, di coprire almeno il 36% del costo complessivo nella gestione dei servizi.

“La sentenza del Tar annullando di fatto la delibera del commissario prefettizio nelle parti impugnate relative al rincaro, avvenute nel corso dell’ anno scolastico ed educativo, nei nidi d’infanzia e delle mense, darebbe l’opportunità all’amministrazione comunale di rivedere ex novo le tariffe in applicazione del Tuel, tariffe da rendere esecutive al momento dell’approvazione del bilancio stabilmente riequilibrato. Nello specifico dalla delibera n°12 del commissario prefettizio si deduce che per quanto riguarda le mense scolastiche, ad esempio, la copertura del costo era già al 40,57% ed è stata portata al 56,96% ben oltre quanto richiesto dal Tuel per gli enti strutturalmente deficitari, quindi la tariffa almeno per questo servizio potrebbe tranquillamente rimanere invariata.

“Auspichiamo quindi che l’amministrazione provveda fin da subito con una delibera nuova ad indicare le tariffe, rispettando il dettato del Tuel ma anche i legittimi interessi di famiglie e bambini viareggini. Crediamo inoltre opportuno che queste tematiche, unitamente ad altre questioni rimaste in sospeso, siano oggetto di un confronto a viso aperto in consiglio comunale con tutta la cittadinanza”.

(Visitato 156 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 15-10-2015 20:31