"Il settore delle sagre necessita di apposita regolamentazione” - Confcommercio Versiliatoday.it

“Il settore delle sagre necessita di apposita regolamentazione”

VERSILIA. La festa organizzata alla Pruniccia di Strettoia riporta l’attenzione sul problema della necessità di una corretta regolamentazione relativa alle sagre.

Da anni ormai Confcommercio, attraverso il suo sindacato dei pubblici esercizi Fipe, evidenzia come sia opportuno che tutti i comuni si dotino di un’apposita normativa relativa a questo tipo di manifestazioni, il cui svolgimento ormai non è limitato alla sola stagione estiva.

“E’ ben nota – si legge in una nota dell’associazione- la mole di adempimenti di vario tipo a carico dei ristoratori per un corretto svolgimento della loro attività, il cui rispetto è sempre oggetto di scrupolosi controlli da parte delle autorità competenti.

Stona quindi la quasi totale assenza di analoghe prescrizioni per un settore che negli ultimi anni ha asssunto una rilevanza tale da arrivare a costituire un vero e prorpio segmento concorrenziale per la ristorazione tradizionale.

Il sindacato dei pubblici esercizi non è contrario per principio alla sagre purché fungano, effettivamente, da traino per la valorizzazione di qualche prodotto tipico locale ma esse non possono e non devono in alcun modo trasformarsi in una vera e propria attività di ristorazione, come invece, purtroppo, molto spesso accade».

«Non è autorizzando di volta in volta in modo sommario singoli eventi che si risolve la questione- termina la nota-, è pertanto indifferibile l’adozione di una normativa generale che vada a disciplinare in maniera organica e compiuta sagre e manifestazioni temporanee del territorio

A tal proposito Confcommercio Lucca e Massa Carrara è disponibile a collaborare con i vari comuni, anche utilizzando la bozza di regolamento che è stata predisposta per questa materia da Confcommercio Toscana”.

(Visitato 120 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 20-10-2015 14:15