Il Centro Arcobaleno di Pietrasanta, Pontestazzemese e Forte dei Marmi in visita alla Mostra “La Forma del Legno” a Cardoso - Arte, Comune Stazzema, Cultura, Eventi Versiliatoday.it

Il Centro Arcobaleno di Pietrasanta, Pontestazzemese e Forte dei Marmi in visita alla Mostra “La Forma del Legno” a Cardoso

STAZZEMA. Gli ospiti del Centro Arcobaleno delle sedi di Pietrasanta, Pontestazzemese e Forte dei Marmi hanno visitato questa mattina la Mostra La Forma del Legno che è in corso di svolgimento fino a domenica 22 (orari di apertura dalle 16 alle 19) al Palazzo della Cultura in Cardoso. Una bella delegazione di una ventina di ospiti e cinque accompagnatori dei tre centri dove svolgono diverse attività di socializzazione e di integrazione con la società ed una bella occasione per scoprire una delle arti che da sempre hanno a che fare con l’uomo, ovvero la lavorazione del legno. Il legno, infatti, come nessun altro materiale, ha determinato l’esistenza degli essere umani per accendere fuochi, per costruire le prime rudimentali abitazioni, per costruire armi e difendersi dai predatori e ancora per cacciare. La lavorazione artistica del legno è una tradizione molto diffusa nell’Alta Versilia e vi è stato il modo per gli ospiti speciali di questa mostra di vedere gli oggetti della vita quotidiana fabbricati in legno, bastoni per muoversi in montagna, anelli, orologi e ancora quadri e sculture dei sei maestri in esposizione Pietro Milani di Pomezzana, Enzo Silicani di Cardoso, Renato Bichi di Retignano, Vincenzo Vezzoni di Volegno o come Cosimo Silicani, parroco di Col di Favilla ed Oreste Viviani di Pomezzana scomparsi alcuni anni fa. Nella mostra vi sono anche un’opere di Cesare Raffi raffigurante un paesaggio stazzemese e due di Giorgio Michetti, l’artista viareggino ormai amico del Comune di Stazzema.
“Si è trattato di una bella iniziativa”, commenta l’Assessore alla Cultura, Serena Vincenti, “ed una visita dei ragazzi dei Centri Arcobaleno che ci ha fatto davvero piacere e che credo sia stata istruttiva. La mostra sta avendo un bel successo di pubblico, proprio perché riscopre un pezzo della nostra storia”.
C’è tempo fino a domenica 22 novembre per visitare la mostra (orari di apertura dalle 16 alle 19).

(Visitato 213 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 19-11-2015 21:30