MONTECATINI. Una battaglia estenuante, durata sei partite diluite in due giorni. Ad uscire vincitore è stato il Tennis Italia, che riporta lo scudetto a Forte dei Marmi tre anni dopo la prima volta. Nella vicina Montecatini il team versiliese ha sconfitto 4-2 il Canottieri Aniene campione d’Italia in carica. La squadra guidata da Andrea Parenti ha conquistato il tricolore approfittando del forfait di Simone Bolelli che ha certamente ridotto il potenziale dei capitolini. Un’assenza che non sminuisce però il valore dell’impresa dei ragazzi di Sergio Marrai, che su nove confronti si sono imposti otto volte, pareggiando soltanto in un’occasione. Un dominio assoluto ed il giusto riconoscimento per un gruppo che ha remato sempre da una sola parte per arrivare in fondo, ad alzare la coppa più ambita. Matteo Marrai e Walter Trusendi hanno conquistato il punto decisivo. Prima di loro Filippo Volandri e Matteo Viola avevano perso in doppio. Sconfitta indolore, che ha soltanto allungato di un paio d’ore l’attesa per i festeggiamenti.

(Visitato 263 volte, 1 visite oggi)

Eccellenza, il Pietrasanta non si ferma più

Baroni: “Pierini non è in discussione. Troppa confusione in campo”