VERSILIA. Prima o poi doveva accadere. Dopo aver inanellato sei vittorie consecutive il Pietrasanta si ferma: nella quattordicesima giornata del campionato di Eccellenza i biancocelesti pareggiano sul campo del Lammari. Che non è un risultato da buttare, soprattutto guardando allo 0-0 della Cuoiopelli che rimane così a tre punti di ritardo dalla squadra allenata da Cristiano Zanetti.

E partiamo proprio dal Pietrasanta che a Lammari avrebbe immediatamente l’occasione buona per passare in vantaggio con un rigore che però Fusco sbaglia malamente. E così a colpire sono i padroni di casa con Sergio Colazo, argentino con un passato nel Forte dei Marmi, a metà del primo tempo. Il Lammari rimane poi in dieci per l’espulsione di Lombardo, il Pietrasanta guadagna campo e alla mezz’ora della ripresa perviene al pareggio con Fusco che si fa così perdonare l’errore dal dischetto.

In terza posizione, complice il mezzo passo falso dei pietrasantini, risalgono due versiliesi. Una è il Camaiore che vince con il minimo sforzo in casa dell’Urbino Taccola con gol di Bonuccelli a quindici minuti dalla conclusione, l’altra è il Real Forte dei Marmi Querceta che al “Necchi-Balloni” va subito sotto a causa di un autogol di Verdi ma riesce a rimediare già prima dell’intervallo con Petri e Andreotti.

Esce, invece, dalle prime cinque posizioni il Seravezza dopo il ko interno con la Larcianese: in mezzo ai due gol dell’attaccante ospite Massaro – tiro a giro dal limite per il temporaneo 0-1 e rigore per il definitivo 1-2 prima di farsi parare da Torre il secondo penalty di giornata – c’è l’ennesima prodezza su punizione di Gori che non basta però ad evitare una sconfitta che manda il Seravezza su tutte le furie per la direzione arbitrale

(Visitato 146 volte, 1 visite oggi)
TAG:
calcio eccellenza

ultimo aggiornamento: 13-12-2015


Visibelli: “Ora deve venir fuori l’attaccamento alla maglia”

La Pallavolo Massa fa il suo dovere a Modena