"Chi fa l'amore l'ultimo dell'anno...". Manualetto di sopravvivenza per la passione durante i botti - Da uomo a uomo, Top news Versiliatoday.it

“Chi fa l’amore l’ultimo dell’anno…”. Manualetto di sopravvivenza per la passione durante i botti

VERSILIA. Puntata numero 117 ed ultima puntata dell’anno per DA UOMO A UOMO, la rubrica di Versiliatoday dedicata alla sessuologia, all’andrologia e all’urologia, curata dal dottor Luca Lunardini.

“CHI FA ALL’AMORE L’ULTIMO DELL’ANNO…”

MANUALETTO DI SOPRAVVIVENZA PER LA PASSIONE DURANTE I BOTTI…

Una puntata in puro Spirito scherzoso da Capodanno.

 

Quale amletica domanda terrorizza ogni coppia (ed ogni single) allo scoccar della mezzanotte si ogni san Silvestro? La domanda con la “D” maiuscola: E’ VERO CHE “CHI FA L’AMORE L’ULTIMO DELL’ANNO, FA L’AMORE TUTTO L’ANNO”? CHE POI, AL CONTRARIO VORREBBE DIR “SE NON FAI L’AMORE L’ULTIMO DELL’ANNO…”!

Proviamo a dar qualche consiglio a queste angosciate coppie e questi spaventati single, per aiutar tutti a sopravviver alla travolgente (?) passione di Capodanno:

  1. Il primo suggerimento è quello di DIMENTICARE I PROVERBI: MAI LANCIARSI NELLA SESSUALITÀ PER “DOVERE” per non deludere le proprie aspettative o quelle di chi si ha intorno.

Guai a sentirsi obbligati a timbrare il cartellino per il 31 dicembre (come in qualsiasi altro giorno!). Si rischia, LUI, di far “figurette” e LEI, di non divertirsi un granché, magari trovandosi il primo gennaio disorientate dalla presenza uno sconosciuto, o quasi, russante e nudo nel proprio letto…

 

  1. Un secondo suggerimento, ben più serio, è quello della SICUREZZA.

I veglioni e le feste di Capodanno invitano le persone, come è giusto e bello che sia, a lasciarsi andare alla allegra leggerezza. E i drink ingurgitati potrebbero essere decisamente più numerosi del solito. Soprattutto se ci si stia approcciando a uno o una partner conosciuti da poco, è necessario ricordarsi come la protezione sessuale non vada mai in vacanza, neppure il 31 dicembre: il preservativo rimane una misura irrinunciabile.

 

  1. Terzo suggerimento, riservato ai maschietti: non temete di portarvi dietro una “PASTICCHINA MIRACOLOSA” per le… emergenze. La tensione potrebbe rischiare di non farvi far “bella figura”. Se usata secondo corrette indicazioni mediche nessuna delle pasticche dell’amore è pericolosa. Certo se associate, scioccamente, a fiumi di alcool (o peggio) la salute non se ne giova davvero. Si tratta, come tutti i farmaci, di rispettar le regole. Tra l’altro un recente Studio pubblicato sulla autorevolissima rivista medica “Journal of General Internal Medicine” ha evidenziato che l’assunzione di Viagra e company non influenzi la percentuale di comportamenti sessualmente rischiosi (rapporti senza profilattico, ecc.). Come dire: se sono uno sciocco imprudente, lo sono sia che prenda, sia che non prenda Viagra…

 

  1. Ma siccome il Capodanno, è e resta divertimento: il quarto suggerimento è di lanciarsi nella notte dei botti nell’ESPLORAZIONE DI NUOVE ESPERIENZE SESSUALI. La notte più lunga dell’anno, soprattutto se trascorsa nell’intimità a due, ben si presta alla sperimentazione superando le timidezze delle altre 364 serate. Indagare la propria sfera erotica, magari soddisfacendo una voglia per troppo tempo taciuta, o lanciarsi in qualche pratica dal sapore esotico e focoso, rinforzerà l’attrazione fra i partner e inaugurerà l’anno – è il caso di dirlo – con i botti. Un orgasmo accompagno da uno spettacolo pirotecnico in cielo si imprimerà in modo indelebile fra i ricordi!

Certo qualche problemino potrebbe anche esserci: nel caso l’attrazione scoccasse durante un party affollato, la ricerca del luogo potrebbe essere decisamente faticosa. Sconsigliatissima è la fuga in bagno. La coppia, infatti, si ritroverà continuamente interrotta da impertinenti bussate sulla porta di persone desiderose di utilizzare la toilette per la funzione cui è stata originariamente pensata. Si deve virare, quindi, sull’eccitante ascensore? Sebbene il brivido di un amplesso rischioso possa rendere la passione irresistibile, meglio ricordarsi come in molti palazzi siano installate micro-telecamere negli ascensori per motivi di sicurezza.  Incominciare il 2016 con un sex-tape involontario, magari consegnato anche alle forze dell’ordine, non è il modo migliore per iniziare il nuovo anno. Come comportarsi, allora? Si potrebbe approfittare delle automobili o, perché no, di un motel in zona. Se nemmeno questa ipotesi fosse percorribile e il desiderio fosse irrinunciabile, non resta che incrociare le dita e sperare di non finire sulle pagine di… VersiliaToday! Magari ne valeva la pena!

BUON 2016!!!

(Visitato 352 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 31-12-2015 13:00