VIAREGGIO. Il Club Lions Viareggio-Versilia Host vuole esprimere il proprio, profondo, cordoglio per la scomparsa del proprio Socio Renzo Lucchesi.

Notissimo medico versiliese per decenni ha esercitato, apprezzatissimo, la professione di Ginecologo. Ed altrettanti celebri erano le sue imprese sportive che lo portarono perfino a fare prove per divenire cosmonauta.

“Da decenni attivissimo socio Lions” sottolinea il Presidente del club Viareggio-Versilia Host, Marco Marvaso “Presidente del nostro Club negli anni 96-97’, i suoi contributi alla vita del Club sono stati innumerevoli nel corso degli oltre suoi 25 anni di vita Lionistica. Basterebbe ricordare l’attenzione con cui si è sempre dedicato a portare risorse e contributi ai bambini e ragazzi portatori di handicap per i quali era indicata una particolarissima attività come la ippoterapia. Il Club tutto si stringe attorno alla moglie Maria Antonietta e alle figlie Silvia e Elena. Corre quest’anno il 60° della fondazione del nostro Club, sarà un privilegio dedicare alla sua memoria questa importante ricorrenza”.

“Un Collega carissimo” conclude Luca Lunardini Presidente di zona Lions “che ho avuto la fortuna ed il privilegio di conoscere tanti anni fa, quando Medico di freschissima specializzazione, entrai per la prima volta dentro il nostro glorioso Tabarracci. Renzo era allora, parlo dell’inizio degli anni 90’, un professionista già affermato, ma questo mai gli impediva di intrattenersi e condividere le proprie esperienze con i Medici più giovani come il sottoscritto. Sempre ironico e sagace amava dirmi, strizzando l’occhio, – ecco il mio datore di lavoro! – riferendosi, lui ostetrico, alla mia specializzazione in urologia e andrologia. Una amicizia che ebbe modo di rafforzarsi nel mondo Lyons, dove Renzo sempre sapeva distinguersi per attaccamento al Club e spirito di vera amicizia”

(Visitato 305 volte, 1 visite oggi)
TAG:
cronaca lions club medico renzo lucchesi viareggio

ultimo aggiornamento: 24-01-2016


Addio a Annamaria Fania, mamma dell’ex arbitro di hockey Alessandro Fanesi

Chiude il servizio di recupero della fauna selvatica all’Uovo di Colombo